Quantcast

In spiaggia prezzi low cost, i balneari della Riviera cercano di non pesare sulle tasche dei bagnanti

Tariffe "blindate" per favorire l'arrivo di un maggior numero di bagnanti nel ponente

Imperia.  Ombrellone e cabina condivisi da più famiglie, tre lettini al prezzo di due, riduzioni fino al 50 per cento dopo le 14, week end gratis per l’abbonamento settimanale, l’opzione ‘ultimo tuffo’, pochi euro che consentono di restare sul lettino dalle 17 fino quasi al tramonto. Ma soprattutto tariffe “blindate” per favorire l’arrivo di un maggior numero di bagnanti lungo le spiagge dell’Imperiese. Lo hanno deciso i gestori aderenti al Sib, il sindacato italiano dei balneari.

“Per quanto riguarda le tariffe dei servizi di spiaggia ­ – dice a questo proposito Riccardo Borgo, presidente nazionale del Sib – ­ la maggior parte degli imprenditori ha annunciato che non ci sono modifiche rispetto al 2015, ma, anzi, saranno riproposti i pacchetti convenienti e le offerte low­cost che tanto hanno avuto successo negli ultimi anni”.

Il sindacato, tuttavia, è preoccupato a proposito delle condizioni atmosferiche di questi ultimi giorni con temperature che continuano a variare, ma siamo anche preoccupati circa la crisi economica che costringerà molte famiglie a risparmiare e quindi a stringere la cinghia, a partire proprio dalle vacanze. “Da sempre l’affluenza in spiaggia è direttamente dipendente dalle condizioni atmosferiche, malgrado ciò siamo ottimisti per la stagione estiva 2016 dal momento che le previsioni indicano sole e caldo su tutta la Penisola e le località di mare meta preferita per trascorrere le ferie.