A Imperia una raccolta fondi per l’altalena dei disabili

Una postazione oscillante (per carrozella disabili) in assoluta sicurezza

Imperia. Il salvadanaio messo alla Repsol era pieno, l’ ho svuotato, conteneva euro 187,45 ho fatto il primo versamento nella postepay n 4023 6006 5965 7961. Siamo partiti, altalena aspettaci”. Un post scritto da Michela Aloigi, la mamma di Matteo, il ragazzo disabile di Imperia, ricorda che in città è partita la raccolta fondi per l’allestimento di un’altalena per disabili da allestire in città.

Si tratta di una struttura portante con pali in legno bilam con superficie antischeggia e trave superiore in ferro zincato a caldo. Una postazione oscillante (per carrozella disabili) in tubo zincato di diametro mm 35 e pedana richiudibile in alluminio antiscivolo e fune per oscillazione. E’ dotata di catene a maglia stretta e il movimento degli elementi è su boccole in teflon autolubrificanti.

“La raccolta fondi sarà molto lunga – sottolinea Michela Aloigi – Ma non ci perdiamo d’animo e con l’aiuto degli imperiesi questa bella gara di solidarietà continua. Abbiamo pubblicizzato l’iniziativacon l’intenzione di installare l’altalena in un parco comunale. Siamo certi che riusciremo a raggiungere il nostro obiettivo grazie al grande cuore di tutti i cittadini. Vogliamo l’installazione di un gioco che possa permettere a bambini normodotati e a bambini disabili di divertirsi insieme, su una altalena attrezzata e in sicurezza. Un ulteriore passo avanti verso la socializzazione e l’abbattimento di tutte le barriere in una città come Imperia che però è ancora molto indietro”.