Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vince la Rari Nantes Imperia

Da ottobre 2016 alla Felice Cascione si tornerà a vivere lo sport e la pallanuoto

Imperia. La Rari Nantes Imperia con la sua squadra femminile, in questi anni ha vinto molto in Italia ed in Europa: uno scudetto, due coppe Europa – LEN – una supercoppa.

Sabato scorso però, la “Rari Rosa” ha subito una doppia trasformazione: da una parte ha perso, ritornando in serie A2, mentre dall’altra ha vinto. Proprio così: tante sono le persone che, in questi mesi, hanno espresso il proprio giudizio al veleno, sulla Rari; pochi però sanno che il nome della società, e quindi della squadra, è tratto da un famoso verso dell’Eneide: “Rari Nantes in gurgite vasto”, vale a dire Rari Naufraghi nell’immenso mare, indicando chi, a seguito di un generale periodo di crisi, riesce a mantenersi a galla e superare le avversità.

E, proprio come intendeva Virgilio, la Rari Nantes ha vinto. Ha vinto l’allenatrice Mercy Stieber, che ha affrontato una sfida difficilissima con professionalità, competenza e tanto cuore, facendo propria una scommessa che altri avevano rifiutato. Hanno vinto Cecilia Solaini, Sara Amoretti, Elena Borriello, Eugenia Pustynnikova, Giulia Cuzzupé, Jamila Tedesco, Silvia Gamberini, Margherita Garibbo, Emanuela Mori, Martina Bencardino, Laura Drocco, Federica Crocetta, Sara Sowe, Nicole Ruma, Sofien Mirabella, Sara Ciccione e Chiara Di Mattia.

Hanno vinto i tifosi, sempre presenti e pronti a supportare le ragazze, perché la curva si riconosce da chi sta sugli spalti e sventola la bandiera quando la propria squadra perde, non solo quando si vince.

Ha vinto lo staff tecnico con i suoi pilastri Franco Brioglio, Antonio Radogna, Elena Russo, ma anche Simone, Martin, Carmelo e Simone. Ognuno di loro fra i primi ad arrivare, fra i più vicini a vivere la partita e fra gli ultimi ad andare via, sempre.

Così tutta la squadra della Rari Nantes, al completo, ha vinto, perché da ottobre 2016 alla Felice Cascione, si tornerà a vivere lo sport e la pallanuoto, pronti per la riscossa, come Rari Naufraghi nell’immenso mare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.