Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Via Cascione Imperia, l’assessore Abbo: “Le basole sono pietre non lingotti, tutto nella norma”

Capacci difende l'operazione: "Avrá delle ricadute positive una volta che sará ultimata"

Più informazioni su

Imperia. “Le basole sono pietre e non sono lingotti, sono datate 1932 e di provenienza toscana. Comunque sarà nostro impegno classificarle e quindi dopo averle ripulite sistemarle al loro posto”. Lo assicura l’assessore Guido Abbo  rispondendo ad una mozione del consigliere di minoranza Gianfranco Grosso sulla questione delle pietre accatastate alle Ferriere dall’impresa Silvano impegnata nei lavori di via Cascione.

“I lavori procedono senza problemi e oggi la Soprintendenza ha effettuato un sopralluogo senza trovare alcuna anomalia e anche per le “ciappe” (che non sono state numerate ndr) ha accertato che la loro rimozione è stata eseguita seguendo quanto descritto nel progetto. Le abbiamo stoccate in un’aria all’aperto perché sono tante e ci vuole spazio. Le basole comunque saranno inventariate. Tutte le fasi del cantiere, tra l’altro, sono seguite da una archeologa incaricata dalla Soprintendenza che quindi è pronta ad intervenire qualora fosse necessario. Ma posso aggiungere che le ciappe non sono dei beni archeologici”, ha assicurato Abbo rispondendo alla question time prima dell’apertura del consiglio comunale.

Il cantiere è in piena attivitá. “L’intervento programmato dall’amministrazione comunale non si ferma – ha detto il sindaco Carlo Capacci a margine del consiglio comunale – siamo fermamente convinti della regolaritá delle operazioni affidate all’impresa Silvano di Sanremo. E siamo anche certi che quest’opera, alla fine, avrá delle ricadute positive una volta che sará ultimata”. L’importo dei lavori é di oltre 700 mila euro.

Da non dimenticare il provvedimento della Procura della Corte dei conti della Liguria che ha disposto l’acquisizione dei documenti relativi al progetto di riqualificazione della strada. A quanto sembra, però, l’inchiesta non sarebbe legata alla diatriba sorta fra Comuni e alcuni commercianti per i contestati lavori che hanno portato alla chiusura della strada.

“Siamo assolutamente sereni e gli uffici hanno offerto piena collaborazione ai carabinieri, ai quali è stata fornita tutta la documentazione richiesta. Ribadiamo che si tratta di un’opera finanziata con fondi europei, sollecitata dalla Regione, in quanto se non avessimo avviato il cantiere avremmo perso il finanziamento”, dice l’assessore ai Lavori pubblici, Guido Abbo.

E in consiglio comunale si è anche rivista Giulia Gorlero di Azione Civica. E’ tornata nel parlamentino imperiese per la presentazione del bilancio.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.