Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Ventimiglia una raffica di arresti e denunce tra ladri e passeur

Territorio blindato dai carabinieri; rafforzati tutti i dispositivi di sicurezza

Ventimiglia. Proficui i risultati dei servizi di controllo sul territorio a largo raggio messi in atto dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile al comando del maggiore Giorgio Sanna e del tenente Giovanni De Tommaso.

Tre gli arresti durante il weekend. Venerdì le manette sono scattate per un tunisino: controllando il furgone Mercedes Vito sul quale viaggiava in direzione Francia, i carabinieri hanno trovato a bordo un giovane clandestino, sempre tunisino. L’uomo aveva pagato cinquanta euro per passare il confine. Entrambi, però, sono stati fermati dai militari presso la barriera autostradale: guai per il passeur, arrestato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Il 23 giugno, l’uomo verrà processato.

Intorno alle 23 di sabato, nella cella di sicurezza della caserma di via Chiappori è finito Marco Ariceri. L’uomo, residente a Ventimiglia ma di fatto domiciliato a Camporosso, non ha rispettato la legge: sorvegliato speciale della Polizia di Stato, il pregiudicato sarebbe dovuto rientrare in casa entro le 21, invece è stato trovato mentre gironzolava per la città di confine. Condannato a sei mesi di reclusione, dovrà scontare la pena agli arresti domiciliari.

Aveva appena scassinato due autovetture, Francesco Mattarrese, 41enne italiano già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato pizzicato dal Tenente De Tommaso e dai suoi uomini mentre si trovava in via Dante, nei pressi delle auto appena svaligiate. Con la refurtiva ancora in mano (250 € in contanti, un cellulare e un paio di occhiali da sole Rayban), il 41enne  non è riuscito a sfuggire al controllo dei militari e ha dovuto confessare il reato appena commesso. Pesante l’accusa a suo carico: furto aggravato continuato.

Denunciate a piede libero due persone: una donna francese di 39 anni, residente a Breil-sur-Roja, trovata alla guida in stato di ebbrezza è un pregiudicato di Bari sulle cui spalle pende un foglio di via. L’uomo non si sarebbe dovuto trovare a Ventimiglia, dove invece è stato beccato dai carabinieri del Norm. Dieci denunce ad altrettanti extracomunitari, trovati nella città di confine senza i regolari permessi per potervi stare. I clandestini sono stati tutti fotosegnalati in caserma. In totale, nel weekend, sono state controllate circa 150 persone e 200 vetture.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.