Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stupratore marocchino denuncia torture in cella: ha già girato 11 carceri tra i quali Sanremo/Valle Armea

Ora si trova nel carcere di Piacenza

“Nel carcere di Piacenza Rachid Assarag sta vivendo una situazione ai limiti della tortura”. Lo sostiene il parlamentare Vittorio Ferraresi (M5S) che stamattina ha visitato a sorpresa la casa circondariale delle Novate, a Piacenza.

Secondo quanto ha riferito il deputato, Assarag, 41 anni e condannato a 9 anni per stupro, dal 2009 ad oggi e’ stato trasferito in undici carceri diverse – Milano, Parma, Prato,
Firenze, Massa Carrara, Napoli, Volterra, Genova, Sanremo, Lucca, Biella e oggi Piacenza.

“Grazie all’aiuto della moglie Emanuela che e’ riuscita a fargli avere dei registratori – riferisce Ferraresi – Rachid ha iniziato a documentare quello che stava subendo. Perche’ in carcere sostiene di essere stato sistematicamente picchiato e seviziato da agenti di custodia e compagni di cella”.

Dall’ennesimo appello della moglie e’ scattata l’ispezione di Ferraresi che parla di “situazione drammatica. Ho trovato Rachid in una cella che presentava una grossa macchia di sangue per
terra, che lui dice essere suo, il materasso sporco sempre di sangue e bagnato. Sul suo corpo aveva degli ematomi, un occhio pesto e segni di lesioni sulla schiena, oltre a un ginocchio
evidentemente rotto ma nessun supporto per reggersi in piedi. E ancora, la cella ha la finestra chiusa con un lucchetto, l’acqua corrente non presente (solo su richiesta) e non funziona il wc, totalmente sporco di feci. Ha lamentato che non gli danno acqua da giorni e che e’ stato picchiato con una stampella dagli agenti. Mi ha poi riferito che anche altri detenuti hanno cercato di denunciare la situazione ma sono stati picchiati per ritorsione”.

La foto è tratta da: http://parma.repubblica.it/

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.