Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stagione balneare al via, l’Arpal promuove il mare dell’Imperiese

Restano ancora delle situazioni da risolvere soprattutto nella zona di Sanremo dopo le ordinanze di divieto di balneazione

Imperia. E’ conforme ed eccellente lo stato di salute del mare in alcuni punti del litorale della provincia di Imperia. Dieci  in pagella dall’Arpal almeno per il tratto di costa compreso tra Cervo e San Lorenzo al Mare con stato “conforme” e classificazione “eccellente”.  Restano invece delle “macchie” nella zona di Sanremo dove nei giorni scorsi sono state emesse le ordinanze che vietano la balneazione.

Tuttavia è buona notizia quella che arriva a bagnanti e gestori degli stabilimenti visto che proprio oggi si apre ufficialmente la stagione balneare 2016. Dai controlli dei tecnici e biologi dell’Arpal che vengono effettuati da aprile a settembre arriva un bel dieci in pagella. Va ricordato che dall’esito dei controlli effettuati dipende la balneabilità del tratto di costa durante l’attuale stagione balneare.

“Per tutta l’estate – spiegano al centro di monitoraggio Arpal – effettueremo i controlli dovuti per legge prelevando campioni d’acqua in tutte le zone, anche quelle più sensibili in prossimità delle foci dei fiumi, per poi pubblicarle anche sul nostro portale. Per ogni zona balneabile è disponibile infatti una scheda dettagliata raggiungibile attraverso il motore di ricerca del sito web. Le singole zone sono raggiungibili anche attraverso interfaccia cartografica”.

Tra i compiti istituzionali i tecnici dell’Arpal effettueranno anche attenti monitoraggi della prateria di Posidonia, previsto anche il campionamento di mucillagini e altre alghe, così come ispezioni su condotte fognarie e indagini ambientali. I controlli di qualità sulle acque di balneazione avvengono con cadenza quindicinale, e riguardano le acque più vicine alla costa, entro i 100 metri dalla battigia. “Le stazioni di campionamento, fisse, sono stabilite con precisione in base alle possibili fonti locali di contaminazione e ciascun punto rappresenta la situazione di un ben preciso tratto di costa”, aggiungono dall’Arpal

I parametri monitorati sono la temperatura acqua e aria, la colorazione e trasparenza, gli oli minerali, sostanze tensioattive, fenoli, pH, ossigeno disciolto, coliformi totali, coliformi fecali e streptococchi fecali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.