Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, un angolo di piazza Eroi nel degrado fotogallery

Quasi una resa nei confronti di pochi balordi in una zona che è già al centro di altre problematiche relative alla sicurezza.

Sanremo. Sembra senza soluzione il degrado nella zona del centro direzionale di piazza Eroi sanremesi, individuato dal comune come possibile futura sede del comando di Polizia Municipale. Dopo un breve periodo di apparente tranquillità rispuntano le siringhe, abbandonate nell’angolo del porticato privato dell’edificio che ospita numerosi uffici, e tornano le segnalazioni di residenti e impiegati preoccupati per la presenza di sbandati e tossicodipendenti.

Siringhe e degrado in piazza eroi a Sanremo

La situazione perdura da troppo tempo. Un paio di anni orsono la proprietà, dopo incessanti segnalazioni, aveva provveduto a isolare con reti da cantiere i locali a piano terra che erano diventati rifugio per sbandati, con tende, materassi e centinaia di siringhe sparse ovunque. La recinzione doveva essere provvisoria in attesa di riqualificare i locali ma tutto è rimasto così e nel tempo quell’angolo si è trasformato in un ricettacolo di ogni tipo di immondizia. Tutto intorno le tracce lasciate da chi lo utilizza per le proprie necessità corporali, con un odore sgradevole che invade tutta la zona che, è bene ricordare, per due giorni alla settimana è sede del mercato ambulante.

Quel che preoccupa di più i residenti è il ritorno delle siringhe, ad indicare che i tossicodipendenti riutilizzano quei luoghi per consumare la droga acquistata nei vicoli del centro storico. La zona del parcheggio di piazza eroi è sempre meno amata dai sanremesi a causa delle frequentazioni serali, e la situazione è tale da rendere poco appetibili per qualunque attività imprenditoriale i numerosi locali sfitti, anche se in pieno centro. Il porticato è privato, di pertinenza dell’edificio, ma insiste su una delle principali piazze della città e probabilmente le responsabilità si possono equamente dividere tra la proprietà, che non interviene in modo adeguato, e il comune che non riesce a garantire un controllo della zona.

Il tutto ha il sapore di una resa nei confronti di pochi balordi in una zona che è già al centro di altre problematiche relative alla sicurezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.