Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Olivetta San Michele si candida a celebrare i matrimoni in lingua Occitana foto

Per questa ragione, alcuni anni fa, la Provincia di Imperia ha aderito al progetto “Frontiere e minoranze” che vede la Provincia di Torino capofila

Olivetta San Michele. “Vi dichiaro marito e moglie”: entro la fine dell’anno questa frase potrà essere pronunciata dal sindaco in dialetto o in una lingua facente parte delle minoranze linguistiche presenti nel nostro paese. Il tutto grazie ad una proposta di legge del senatore della Lega Nord Nunziante Consiglio che potrebbe essere approvata entro l’anno dal parlamento. 

A beneficiarne potrebbero essere le minoranze linguistiche occitane e brigasche presenti in provincia di Imperia. Proprio per rimanere in tema, circa un anno fa ha finalmente aperto i battenti lo sportello della lingua occitana ad Olivetta San Michele amministrata dal sindaco Adriano Biancheri del Psi. Una cerimonia nella sala del consiglio comunale e poi una giornata di festa in tutto il paese hanno dato il via a questo importante punto di riferimento per la comunità occitana, sito presso la bottega “La casa di Remo”.

In Liguria l’unica realtà linguistica occitana è Olivetta San Michele in val Roya. Grazie alla legge del 1999 in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche, questo idioma non è stato cancellato dall’evoluzione della storia, anzi è stato tutelato. Ad esempio a Realdo si trova uno sportello della lingua brigasca che è una variante della lingua occitana.

Per questa ragione, alcuni anni fa, la Provincia di Imperia ha aderito al progetto “Frontiere e minoranze” che vede la Provincia di Torino capofila. Gli enti aderenti si propongono di favorire la conoscenza del patrimonio linguistico e culturale delle province di Torino e di Imperia attraverso attività coordinate e condivise, in grado di riunire le tre minoranze linguistiche storiche presenti nell’area: occitana, francoprovenzale e francese.

A riguardo il sindaco di Olivetta San Michele, il socialista Adriano Biancheri ha detto: “E’ un’iniziativa interessante, per noi di Olivetta sarebbe un’ulteriore caratterizzazione della lingua. Noi siamo l’unico comune in provincia di Imperia e in tutta la Liguria dove si parla Occitano e infatti in paese è presente uno sportello di lingua d’Oc. Olivetta – conclude Biancheri -si candida a celebrare i matrimoni in lingua occitana.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.