Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Lega del Cane lancia un appello per salvare uno dei cagnolini di Camporosso

E’ risultato che il cagnolino ha un serio problema cardiaco, e pertanto dovrà essere operato in una clinica specializzata di Milano

Camporosso. Il Sig. Marco Montanari, che ha adottato uno dei famosi cagnolini di Camporosso, dimostrando molto senso di responsabilità, ha portato alla Clinica veterinaria di Imperia il cagnolino, onde constatarne il suo stato di salute.

E’ risultato che il cagnolino ha un serio problema cardiaco, e pertanto dovrà essere operato in una clinica specializzata di Milano. Il Sig. Montanari si è talmente innamorato di
questo cagnolino e visto che è una persona molto responsabile, non vuole separarsi dal suo amico a quattro zampe Neipols, perciò anziché riportarlo al canile, e quindi rinunciare alla sua compagnia, è disposto a fare enormi sacrifici di carattere economico, in quanto disoccupato.

Il Sig. Marco ha ritenuto di doversi rivolgere, fra l’altro all’associazione Lega del cane, per ottenere un contributo per le spese che dovrà sopportare.

“Riteniamo che un contributo a tale spese potrebbe anche darlo il Comune di Camporosso con i fondi raccolti” – afferma l’associazione.

Purtroppo, questi 108 cagnoletti, essendo vissuti come è noto, con un padrone che certamente non disponeva di grandi risorse economiche, non sono mai stati controllati da Veterinari e quindi sottoposti ad eventuali cure necessarie per combattere le malattie di cui alcuni sono affetti.

La Lega del cane come già comunicato in varie altre occasioni, si è assunta la responsabilità di microchippare tutti i cani a proprio nome e si è anche impegnata in collaborazione con il Comune di Camporosso a lanciare appelli su tutto il territorio nazionale, affinché essi trovino un padrone ed una casa confortevole nonché contributi che possono essere versati sia alla nostra associazione che al Comune.

Dei 108 cani, una quarantina sono già stati adottati, una trentina si trovano al canile della nostra associazione, sito in Via Peglia di Ventimiglia ed il restante numero dei cani si trova tutt’ora sul luogo di Santa Croce di Camporosso.

Sia il Comune di Camporosso, che la Lega del Cane hanno lanciato anche appelli per la raccolta di fondi per il loro mantenimento, per l’assistenza Veterinaria e naturalmente per l’acquisto di tutte le medicine per combattere le malattie di cui sono affetti.

La Lega del Cane quindi si trova a fare fronte a numerose spese, quali: cibo particolare, cure Veterinarie, medicine varie, e considerato che purtroppo, questi cani sono un po’ diffidenti e quindi non di facile gestione nel somministrare loro le medicine necessarie, la Lega ha dovuto assumere una persona per fare fronte a tutto questo e per cercare di svolgere mansione di comportamentista, alfine di creare un normale rapporto uomo-cane.

Nonostante le innumerevoli spese che la Lega del Cane sta sopportando e dovrà sopportare in futuro, raccoglie l’appello del Sig. Montanari, e darà un contributo economico per fare fronte alla spese che dovrà affrontare per l’intervento a cui il cagnetto dovrà essere sottoposto.

“Inoltre rivolgiamo un’ appello a tutte le persone volenterose e coscienziose ed amanti degli animali, affinché se possibile , diano un contributo economico per la salvezza del cagnolino” - conclude l’associazione.

Il contributo può essere versato direttamente al canile di Ventimiglia, Via Peglia 16 di Ventimiglia, orario dalle 8 alle 11 e dalle 14,30 alle 17,30 dal lunedì al sabato; oppure Tramite Banca, coordinate: IBAN IT91 D084 3949 1100 0023 0102 266 intestato a Lega Nazionale per la Difesa del Canecausale: operazione NEIPOLS oppure; Posta c/c: 99555849 intestato a : Lega Nazionale per la Difesa del Canecausale: operazione NEIPOLS.

Il Cagnolino ringrazia anticipatamente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.