Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In casa con mezzo chilo tra “fumo”, “erba” e una lista dei pagamenti: operaio ucraino a processo per spaccio

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Imperia proseguiranno incessantemente le proprie indagini mirate a reprimere tutti i canali di approvvigionamento e di traffico delle sostanze stupefacenti nella città dei fiori

Sanremo. A cadere questa volta nella rete dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Imperia è stato un insospettabile giovane, di mestiere operaio, che ha ben pensato di arrotondare il suo stipendio mettendo in piedi un vero e proprio market dello stupefacente a domicilio. B.V., 22enne ucraino da tempo residente in Italia, è stato colto dai militari con le mani nel sacco, tant’è che all’atto dell’arresto non ha potuto battere ciglio.

E’ da settimane che i carabinieri erano sulle sue tracce. Appostamenti e pedinamenti hanno permesso agli investigatori imperiesi di individuare l’abitazione utilizzata dal giovane come un vero e proprio market della droga. Il via vai di persone ha poi sfatato ogni dubbio. Era troppo strano vedere tutti quei giovani che andavano e venivano da quella casa sul mare, nella frazione di Bussana.

E’ il tardo pomeriggio di ieri e i militari dell’Arma, ancora appostati, decidono di intervenire. Il ragazzo viene bloccato per strada e scatta immediatamente una perquisizione dell’appartamento.

Quasi mezzo chilo di stupefacente viene rinvenuto pronto per essere spacciato: due barattoloni pieni di marijuana, un involucro in cellophane con altri 100 grammi di “erba”, un panetto di hashish. Complessivamente vengono rinvenuti e sequestrati più di 400 grammi di marijuana e quasi 100 grammi di hashish, oltre ad un bilancino di precisione e ad un foglio che gli inquirenti ritengono contenga il compendio di tutte le somme di denaro, provento dello spaccio di sostanze stupefacenti, ricevute dai vari acquirenti della zona sanremese.

Scattate le manette ai polsi del giovane straniero, toccherà al Tribunale di Imperia giudicarlo per direttissima.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Imperia proseguiranno incessantemente le proprie indagini mirate a reprimere tutti i canali di approvvigionamento e di traffico delle sostanze stupefacenti nella città dei fiori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.