Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Consigliere Ballestra smentisce le accuse: “Non ho fatto chiudere io il parcheggio del Roja”

"Il parcheggio del Roya è, stato chiuso a seguito di una sentenza definitiva di un tribunale della Repubblica Italiana"

Più informazioni su

Ventimiglia. Il Consigliere Giovanni Ballestra smentisce le voci che lo accusano di essere il responsabile della chiusura del parcheggio alla foce del Roja. “Sono costretto mio malgrado, a dovermi difendere da un’accusa che oramai sta diventando per me insopportabile, per due ragioni molto semplici: la prima poiché falsa, la seconda perché perpetrata da soggetti che io ad oggi non ho il piacere di conoscere, quindi denigratori, bugiardi”.

“Ad ogni buon conto, forse la loro insistenza nel mentire con il solo scopo di denigrare la mia persona, farà loro capire che hanno oltrepassato il limite, sappiano quindi fin d’ora che non appena verrò messo a conoscenza della loro identità, sarà mia cura per la prima volta nella mia vita,di denunciare qualcuno per diffamazione, pur avendo avuto,in altre circostanze, altre centinaia di occasioni per poterlo fare”.

“Mi è insopportabile la menzogna, che per Ventimiglia qualcuno ha seminato, raccontando che io sarei il RESPONSABILE della chiusura del parcheggio del Roya,oltretutto con una motivazione ancor più falsa che rappresenta esattamente il contrario di come le cose si sono susseguite realmente. Gli atti documentali,se sarà necessario, potranno sempre provarlo”.

Il parcheggio del Roya è, stato chiuso a seguito di una sentenza definitiva di un tribunale della Repubblica Italiana, dopo anni di contenzioso tra Comune e Provincia di Imperia, in ottemperanza del piano di bacino.  hi scrive nel 2002 era vicesindaco di Ventimiglia, quindi casomai si OPPOSE per vie legali all’ordinanza della provincia che prevedeva la chiusura del parcheggio, ripeto nel RISPETTO DEL PIANO DI BACINO, per motivi di sicurezza, in coerenza con le normative nazionali”.

“Dopo ben 9 anni di contenzioso, e tre gradi di giudizio, sempre persi dal comune di Ventimiglia, arrivò , la sentenza definitiva, che sancì L’OBBLIGO, DICO L’OBBLIGO , da parte dell’ente incaricato di far rispettare la sentenza definitiva, salvo essere denunciato lui per reato di omissione di atti d’ufficio.Chi ha un minimo di rispetto per la legge, sa che le cose in Italia e nel mondo civile funzionano cosi.
Finisco,con la cosa più sconvolgente, che avrebbe motivato il mio accanimento a far chiudere il parcheggio , circostanza non vera come già scritto.
Avrei fatto chiudere il parcheggio per dispetto, poiché dove abito era successo un episodio simile.Questa è una menzogna,la realtà fu esattamente opposta, il parcheggio a Torri, poiché di questo si parla, fu chiuso in seguito alla chiusura del parcheggio del Roya, e non in circostanze giuridiche comparabili, quindi forse il dispetto io e la comunità di quel paese lo subimmo.
Finisco, con un invito, al o ai denigratori, sperando che il loro grado di ignoranza sia superiore alla loro inutile cattiveria, ma in ogni caso , prima di proferire inesattezze per le strade di Ventimiglia, o peggio mentire vigliaccamente sull’onorabilità delle persone, si muniscano di un minimo di umiltà e coraggio e da uomini si rivolgano direttamente alle persone che strumentalmente accusano”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.