Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grande successo per il 2° appuntamento del ciclo di incontri “Le Nostre Radici e il Nostro Territorio” foto

L'evento si è svolto presso la Residenza Anni Azzurri “B. Franchiolo” di Sanremo

Sanremo. Secondo appuntamento e massima partecipazione alla rassegna di incontri “Le Nostre Radici e il Nostro Territorio” presso la Residenza Anni Azzurri “B. Franchiolo”.

Il tema affrontato è stato quello dell’acqua a Sanremo: dalle fonti al semplice gesto dell’apertura del rubinetto, dalla costituzione dell’AMAIE al suo sviluppo nel tempo.

Il pomeriggio si è aperto con il saluto dell’Ing. Ferrari, dell’AMAIE che in una mail in pochissime parole ha espresso lo spirito dell’incontro scrivendo:

…con mio grande rammarico non potrò essere presente, rammarico sincero perché l’iniziativa è davvero lodevole. Vorrei ringraziare anche il direttore della Residenza “B.Franchiolo”, Stefano Faraldi per la pregevole iniziativa di un ciclo di incontri che, in generale, hanno il pregio di mostrare le bellezze e l’operosità di questa nostra terra, troppo spesso trascurate e misconosciute e che, nello specifico, consentono di evidenziare quanto, silenziosamente, AMAIE fa per soddisfare ogni giorno le esigenze della cittadinanza…. AMAIE è sempre molto sensibile a iniziative di questo tipo….

Tra le balconate infiorate e con splendidi mazzi e bouquet di fiori di Sanremo i molti ospiti intervenuti sono stati incuriositi e colpiti dai segreti della storia dell’acqua e dal suo prezioso valore visto nelle immagini di Roberto Pecchinino.

In questo modo la Residenza, ancora una volta, ha aperto le porte ai concittadini a dimostrando il grande impegno e la grande dedizione di tutto lo staff.

Seduti in prima fila e tra gli ospiti più incuriositi vi erano: l’Assessore comunale ai Servizi Sociali, Costanza Pireri, che alla fine dell’incontro ha espresso la massima soddisfazione per l’evento ed in particolare ha riconosciuto nel video e ricordato commossa il marito, dipendente dell’AMAIE.

L’apertura della Residenza – ha detto Costanza Pireri – è stato un evento nell’evento. Si è trattato di un’ottima iniziativa fortemente voluta dal direttore, Stefano Faraldi, che da sempre, in tutto ciò che fa, mette cuore e passione, per questa ragione iniziative come queste sono meritevoli e degne di nota, sono un esempio di come il nostro territorio e le nostre tradizioni debbano essere valorizzate. Stefano, oltre ad essere un amico, mio e della gente, è un gran motivatore e grazie al suo carisma è possibile vedere nei volti di tutti entusiasmo e voglia di fare. Occorre ammirare il suo impegno e la sua passione.

Soddisfatto e particolarmente commosso anche Olmo Romeo, neo-eletto nel CDA del Casinò, che nell’elogiare l’iniziativa ha rimarcato il fatto che questi eventi e queste proiezioni rappresentano la memoria storica della nostra città.

Tra i presenti, particolarmente interessati alle anche il Dott. Piero Arieta, medico, consigliere del comune di Taggia, il Dott. Antonio Leoni, Presidente Rotary Club Sanremo Hambury con la moglie Laura, Robaldo Mario, consigliere comunale di Sanremo, il Dott. Pierpaolo Gandolfi, ex primario Otorino Ospedale di Sanremo, il Dott Luigi Volpi, Direttore Istituto Sperimentale di floricoltura, Rinaldo Sartore, Presidente Monesi Borgo Antico, Gianni Gonnella, Presidente coro Musica Nova, AIDO e ADMO, Donatori di Midollo, Gianni Manuguerra, rappresentante dei Consoli del Mare e della Famija Sanremasca e Maria Grazia Tacchi della Famija Sanremasca.

Il Direttore Stefano Faraldi ha chiuso l’evento facendo gli auguri a tutte le mamme ed ha regalato alla sua, che a stento tratteneva le lacrime, una rosa di carta, frutto del pregevole lavoro degli ospiti della Residenza.

Un ricco buffet all’aperto, preparato dalle cuoche della So.Vite, ha concluso il pomeriggio nel giardino della struttura tra fiori meravigliosi di Sanremo ed è stato possibile conoscere ulteriormente la splendida quotidianità all’interno della struttura.

Gli altri appuntamenti saranno:

Sabato 21 maggio, ore 16,30 in cui si percorreranno tragitti e percorsi tra le alpi del mare: un documentario sempre curato da Roberto Pecchinino, unico per la professionalità e la capacità di aver utilizzato poesia, storia e tradizioni che riescono a valorizzare il nostro territorio grazie ad una perfetta fusione fra mare e montagna, valorizzando sia l’ambiente marino che quello delle Alpi Liguri. Per questa ragione Pecchinino ha meritato il Premio UNICAM dell’Università di Camerino.

Sabato 4 giugno, ore 16,30 in cui si chiuderà il ciclo di incontri con il tema: percorsi di pietra: un viaggio alla scoperta dell’entroterra, dove civiltà e cultura contadina del Ponente Ligure si rivelano nelle immagini del documentario. Con naturale semplicità verranno descritti i nostri Paesi, le vie agro-pastorali e le esperienze di vita. Dai muri a secco alle opere murarie più importanti, dalla vita trascorsa tra gli ulivi alle lunghe passeggiate nei sentieri dell’entroterra e non solo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.