Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gestione dei rifiuti, sì ai bacini transitori e definitivi foto

Saranno nove sino alla fine del 2020, e quattro dal 2021. Pratica illustrata all’Assemblea dei sindaci e approvata all’unanimità dal Consiglio. La soddisfazione del presidente Fabio Natta

Imperia. Oggi durante l’Assemblea dei sindaci e la riunione consiliare si è parlato anche di rifiuti, e in particolare dello Stralcio al Piano dell’Area Omogenea Imperiese per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti, comprendente la definizione dei Bacini di affidamento transitori, fino al 31/12/2020, e definitivi, dal 01/01/2021, all’interno dei quali organizzare e affidare in maniera unitaria il servizio di raccolta, trasporto dei rifiuti, nonché lo spazzamento stradale, attraverso i quali perseguire obiettivi di efficienza, efficacia e sostenibilità economico-ambientale, così come previsto dalla normativa regionale.

Con le LL.RR. n. 1/2014, n. 12/2015 e n. 20/2015 si è, infatti, provveduto a:

a) costituire l’Ambito Unico Regionale;

b) individuare le 4 Aree Omogenee provinciali;

c) assegnare alle Province e Città metropolitana il compito di approvare un Piano d’Area per organizzare il ciclo dei rifiuti sul territorio, con l’obiettivo di potenziare la differenziata sino ai limiti di legge (65%);

d) aggregare il territorio provinciale in Bacini di affidamento, che contemplano gruppi di comuni omogenei dal punto di vista socio-economico- insediativo, con lo scopo di svolgere in maniera unitaria il servizio di raccolta, trasporto dei rifiuti e spazzamento per miglioralo dal punto di vista quali-quantitativo.

E proprio riguardo quest’ultimo punto gli uffici provinciali, dopo un’accurata fase di proposta, studio e consultazione con le comunità locali, hanno presentato la pratica prima in Assemblea dei Sindaci e dopo in Consiglio, definendo così i Bacini Transitori e Definitivi.

Il territorio provinciale è stato, dunque, suddiviso in 4 bacini Definitivi, operativi dal 01/01/2021:

1) il bacini Ventimigliese;
2) il bacino Sanremese;
3) il bacino Imperiese;
4) il bacino Golfo Dianese e Andorese.

Nel bacino Golfo Dianese e Andorese rientrano anche i Comuni di Andora, Stellanello e Testico, che sono stati aggregati per il discorso rifiuti nell’Area Omogenea Imperiese, in accordo con le due Province limitrofe e la Regione Liguria.

Sono stati, altresì, definiti 9 Bacini Transitori, operativi da oggi sino al 31/12/2020, per avviare un primo step aggregativo. La suddivisione prevede:

a) 3 bacini transitori nell’area ventimigliese;
b) 2 bacini transitori nell’area sanremese;
c) 4 bacini transitori nell’area imperiese.

Stamattina la pratica è stata presentata nell’Assemblea dei Sindaci, dove vi è stato ampio dibattito in merito, e poi e’ stata approvata all’unanimità dal Consiglio Provinciale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.