Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Edilizia residenziale pubblica, Scajola: “Al via fondo per il recupero di immobili e alloggi ERP”

Un fondo regionale per le politiche abitative per dare il via a un piano di recupero e ammodernamento degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica

Genova. Un fondo regionale per le politiche abitative per dare il via a un piano di recupero e ammodernamento degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. E’ stato istituito dalla Giunta Toti su proposta dell’assessore regionale all’Urbanistica, Marco Scajola e verrà implementato da risorse del bilancio regionale, contributi statali, dell’Unione Europea.

Il fondo è stato presentato questa mattina dall’assessore Scajola che ha incontrato le amministrazioni dei Comuni del Ponente ligure, per continuare domani con i Comuni genovesi e spezzini.

Il fondo regionale è stato istituito grazie alla modifica della legge 38 del 2007, relativa all’intervento regionale nel settore abitativo. L’obiettivo è quello di recuperare immobili e alloggi di edilizia residenziale pubblica (circa 20.000 in tutta la Liguria) che, a causa del blocco dei fondi statali, versano in abbandono.

“Abbiamo messo mano a una legge nata nel 2007 che non rispondeva più alle nuove esigenze dei Comuni e delle imprese – ha spiegato questa mattina l’assessore Scajola– Le modifiche vanno incontro alle difficoltà espresse dalle amministrazioni locali e dalle realtà imprenditoriali nell’applicare una norma utile e importante, ma non più rispondente alle esigenze del momento.

L’obiettivo è quello di snellire le procedure amministrative, semplificare le norme e incentivare le attività delle imprese, destinando maggiori risorse al recupero e alla riqualificazione degli alloggi Erp”.

“La volontà – ha concluso l’assessore Scajola – è quella di mettere in moto un circolo virtuoso che aiuti l’edilizia privata, in un momento di crisi economica e occupazionale e permetta ai Comuni e alle Regioni di salvaguardare l’edilizia residenziale pubblica, riqualificarla e migliorarla, secondo i parametri europei”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.