Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dalla regione Liguria via libera al “Piano di Attività 2016 di Fondazione Cima”

Ass. Giampedrone. “L’obiettivo è fare in modo che tutti i comuni si dotino di un piano di protezione civile entro il prossimo autunno”

Genova. Via libera da parte della Giunta regionale della Liguria al Piano di attività 2016 di Fondazione Cima – Centro Internazionale di monitoraggio ambientale per il potenziamento della ricerca e dei servizi regionali in ambito di previsione, prevenzione e monitoraggio dei rischi naturali e antropici ai fini di Protezione civile e difesa del patrimonio forestale.

La delibera, approvata su proposta dell’assessore regionale all’Ambiente e Difesa del Suolo Giacomo Giampedrone, prevede un cofinanziamento per il piano di attività 2016 pari a 60.300 euro (90%) mentre 6.700 euro (10%) rimangono a carico della Fondazione Cima.

Il cofinanziamento – ha spiegato l’assessore Giampedrone – si inserisce nella collaborazione avviata con Fondazione Cima sul fronte della protezione civile. Le risorse serviranno sia per l’acquisto di circa 100 pluviometri da fornire ad una cinquantina di Comuni collinari e montani che ne hanno bisogno per il monitoraggio delle zone a rischio idrogeologico sia per la redazione di piani di Protezione civile per quei Comuni che ne sono privi o devono aggiornare quello esistente. L’obiettivo è fare in modo che tutti i Comuni si dotino di un piano di protezione civile entro il prossimo autunno. Questo è l’impegno che ci siamo presi appena insediati e contiamo di rispettare grazie a questa collaborazione con la Fondazione Cima“.

Il Piano delle attività 2016 della Fondazione prevede in particolare: supporto scientifico, tecnico e normativo per l’implementazione e aggiornamento delle procedure di allertamento idrometerologico, di pianificazione e gestione dell’emergenza di protezione civile; supporto scientifico e tecnico rivolto alla formazione e informazione delle componenti del sistema di protezione civile; supporto specialistico al settore Protezione civile e emergenza in caso di eventi calamitosi di origine idrologica o idraulica; supporto scientifico e tecnico alla programmazione e progettazione di protezione civile finanziata dall’Unione Europea relative a tematiche ambientali, cambiamento climatico e protezione civile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.