Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Imperia la proposta di legge per regolamentare la produzione, la vendita, il consumo di cannabis ed i derivati

I Radicali, assieme ad altri gruppi lanciano la raccolta firme del progetto di legge d'iniziativa popolare per legalizzare le droghe leggere

Imperia. I Radicali, assieme ad altri gruppi (*), lanciano la raccolta firme del progetto di legge d’iniziativa popolare per legalizzare le droghe leggere.

Anche ad Imperia, e nei Comuni della ex Provincia, sta per iniziare la campagna “Legalizziamo! Il proibizionismo ha fallito”: il “GRAF”, Gruppo Radicale Adele Faccio (IM-GE), associazione riconosciuta sul territorio (www.radicali.it, sezione Liguria), presto inizierà la consegna, nei vari municipi, dei moduli che dovranno essere vidimati e poi potranno essere sottoscritti dai cittadini interessati.

Il proibizionismo ha fallito: contro il mercato nero occorre un mercato legale; secondo la relazione 2015 del Dipartimento politiche antidroga alla Commissione europea, i rivenditori illegali sono 120.000. La Direzione nazionale antimafia ha riconosciuto il totale fallimento dell’azione repressiva.

In base al rapporto DPA 2015 al Parlamento sulle dipendenze, quattro milioni di italiani hanno consumato cannabis nell’ultimo anno; e secondo un sondaggio Ipsos pubblic affairs, il 73% è pronto a considerarne la legalizzazione.

La proposta di legge prevede: accesso alla cannabis medica; depenalizzazione dell’uso personale delle sostanze cannabinoidi; controlli da parte dei ministeri della salute e delle politiche agricole; possibilità di autocoltivazione, fino a 5 piantine, per maggiorenni; libertà di associazione senza fini di lucro; indicazione, sui prodotti, della dicitura “il consumo non consapevole può danneggiare la salute” (come sulle confezioni di sigarette, e ciò dovrebbe valere anche per i superalcoolici, almeno); investimento, grazie ai nuovi introiti, di campagne informative, sociali e per la riduzione del debito pubblico; liberazione di coloro che furono detenuti per condotte non più penalmente sanzionabili.

(*) Associazione Luca Coscioni, Radicali Italiani, Antigone, Coalizione italiana libertà e diritti civili, Coordinamento nazionale grow-shop, Forum droghe, La piantiamo, Canapa info point, Ascia, Società della ragione, Open society foundation.

Per informazioni: postagraf@gmail.com – tel. 329 72 16 116 – 0183 780 336, http://grupporadicaleadelefaccio.wordpress.com/ - http://www.radicali.it/liguriaImperia, Via C.A. Dalla Chiesa 27 – Segreteria e riferimenti locali: Gian Piero Buscaglia (IM), Stefano Petrella (GE) su http://www.radicali.it/primopiano/20160404/radicali-italiani-ass-luca-coscioni-lanciano-legalizziamo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.