Quantcast
Ventimiglia, tensione nel centro di accoglienza migranti. I condomini: "Non ne possiamo più" - Riviera24
L'esasperazione

Ventimiglia, tensione nel centro di accoglienza migranti. I condomini: “Non ne possiamo più”

Un tendone da campo sotto alle finestre: è in via di allestimento la nuova sistemazione per gli ospiti del centro

centro accoglienza migranti

Ventimiglia. Cresce a dismisura la tensione tra gli operatori del centro di accoglienza temporaneo per migranti e i condomini di piazza Cesare Battisti.
“Se non vi sta bene, andatevene a vivere a Sanremo”. Sarebbero queste le parole pronunciate da alcuni addetti della Croce Rossa che hanno risposto così alle richieste di spiegazioni delle famiglie italiane, i cui condomini si affacciano nel campo.

A seguito del cortocircuito all’impianto elettrico che ha mandato in fiamme una brandina, il locale adibito a dormitorio per i richiedenti asilo è stato dichiarato inagibile. Ma un riparo per la notte ai migranti deve comunque essere garantito. Ed ecco la soluzione: una tenda da campo di grandi dimensioni piazzata davanti alla porta d’ingresso del condominio di piazza Battisti, esattamente sotto alle finestre dei residenti.

A questo punto, l’esasperazione è salita alle stelle. “Abbiamo chiesto cosa stesse accadendo”, raccontano i condomini, “Ci hanno inveito contro, dicendo che se non ci stava bene così avremmo potuto andarcene a vivere a Sanremo”. “Non ci lasciano più vivere”, commentano.

Parole queste, che se confermate, avrebbero dell’incredibile: persone che per una vita hanno risparmiato per comprarsi una casa, invitate ad andarsene altrove.

 

 

 

 

leggi anche
centro accoglienza migranti
Alle 4,30
Ventimiglia, cortocircuito in piena notte nel centro di accoglienza migranti: intervento dei Vigili del Fuoco
commenta