Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, “Natura e cultura per tutti”: quasi 2 milioni di euro per riqualificare un territorio unico foto

Il progetto vede come capofila i Giardini Botanici Hanbury

Ventimiglia. Un anno di lavori per 1.863.920,65 euro di importo complessivo, di cui il 70% speso in infrastrutture. Grazie ad un progetto che ha visto coinvolti otto partner, tra cui i Giardini Botanici Hanbury (come capofila), la Provincia di Imperia e i Comuni di Ventimiglia, Airole e Olivetta San Michele, verrà realizzata una riqualificazione mirata a rendere fruibili i camminamenti e i sentieri che collegano Italia e Francia. E non solo. L’area che ruota intorno al Granmondo, tanto unica da esser candidata a diventare “Patrimonio Mondiale UNESCO”, è al centro di una serie di attività mirate a rendere giustizia alla sua bellezza e al suo immenso patrimonio ambientale.

I dettagli del progetto, con il quale è stato vinto il bando ALCOTRA promosso dall’Unione Europea, sono stati resi noti nella mattinata di oggi all’interno della splendida villa Hanbury. Presenti, oltre a Luigi Minuto, Presidente della fondazione Hanbury, anche i Sindaci Enrico Ioculano (Ventimiglia), Adriano Biancheri (Olivetta San Michele) e Fausto Molinari (Aiorole).

Grande soddisfazione è stata espressa da tutti i presenti, che hanno però sottolineato anche l’importante impegno economico che graverà sulle spalle dei singoli comuni ed, in particolare, su Ventimiglia: il progetto, infatti, è finanziato al 100%, ma spetterà alle amministrazioni comunali stanziare i fondi per anticipare il costo dell’opera.

Il progetto, però, è troppo importante sotto il profilo dello sviluppo turistico, oltre che naturalistico e ambientale: questo il motivo per cui i partner hanno lavorato sodo pur di riuscire a portarlo avanti.

“Il nome del progetto “Natura e cultura per tutti”, non è stato dato a caso”, ha spiegato Luigi Minuto, “Si cercherà, infatti, di rendere il territorio accessibile ad ogni tipo di visitatore”.

“E’ un progetto che si va ad inserire in una visione più ampia”, ha dichiarato Enrico Ioculano, “Che si va ad inserire nell’ottica generale di riqualificazione del territorio”.

“E’ il secondo progetto ALCOTRA che portiamo avanti come comune”, ha reso noto il Sindaco di Olivetta San Michele, Biancheri, “E va a mettere in evidenza gli aspetti unici presenti sul nostro territorio, in fatto di biodiversità. Si tratta inoltre di una collaborazione con partner francesi che va nella direzione di abbattimento delle barriere e ci porta ad avere una sensibilità diversa”.

Dopo i ringraziamenti, anche il Sindaco di Airole, Fausto Molinari, ha preso la parola per lanciare un appello: “E’ un progetto importante, ma sarebbe bene che si trovassero anche degli accordi per dare continuità ad un servizio importantissimo per il nostro territorio: quello del trasporto ferroviario. Per il resto sono contento e felice, ma è inutile creare infrastrutture se poi non ci sono i mezzi per raggiungerle”.

Il progetto Natura e Cultura per tutti si articola in quattro gruppi di attività: governance e gestione amministrativa del progetto stesso, Comunicazione, Interventi – progetti e azioni su siti e percorsi e Rete locale transfrontaliera Natura + Cultura & Territorio.
Tra questi, il gruppo di attività più ambizioso è quello relativo agli interventi e ai progetti che verranno concretizzati entro l’agosto del 2017.

– Sentiero geologico-naturalistico-paesaggistico in località Capo Mortola (via Julia Augusta): verrà recuperata la meglio la transitabilità, oltre all’accesso della sovrastante borgata di Mortola, di questo breve ma eccezionale sentiero, che verrà proposto anche come variante all’interno dell’itinerario della via Julia Augusta;

– Percorso di visita al sito naturalistico “lago di Varase”: verrà creato un percorso di visita al sito naturalistico adatto anche ad un’utenza debole (famiglie, scuole, anziani e disabili) e anche fruibile a cavallo.
Sentiero geologico – naturalistico M. Colombin: intervento di manutenzione straordinaria di un tratto del sentiero per portarlo ad un livello di percorribilità di tipo escursionistico medio ed in condizioni di sicurezza per le famiglie;

– Anello geologico-naturalistico di Bossarè: manutenzione straordinaria in più tratti del sentiero, con una parte agibile anche ai diversamente abili;

– Sentiero botanico Sospel-Olivetta: percorso di facile percorrenza adatto alle famiglie;

– Giardino Botanico ed Esotico di Val Rahmeh (Mentone): miglioramento per la sicurezza dei visitatori;

– Giardini Botanici Hanbury: ricostruzione di muri di sostegno crollati o ammalorati; sistemazione dello scalone e dei percorsi presso l’ingresso; ristrutturazione di impianti e servizi per il Centro di Documentazione. E ancora moltissimi altri interventi tra cui la realizzazione di un sistema sofisticato che renda fruibile tutto il parco ai non vedenti che, in modo completamente autonomo, potranno così visitarlo nella sua interezza. Verrà inoltre acquistato un nuovo veicolo elettrico per il trasporto di soggetti con difficoltà motorie: in parte questo obiettivo è già stato raggiunto e già oggi è possibile godere delle bellezze del parco pur non potendo attraversarlo a piedi;

– Giardino Botanico di Villa Thuret (Antibes): rimozione del legno morto, potatura dei grandi alberi; ripristino di una serra didattica destinata all’accoglienza dei gruppi e messa a norma per l’accesso a persone con difficoltà motorie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.