Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, la festa degli alberi con i bambini di Sant’Antunin di Trucco foto

"Dedicato a tutti quei bambini che hanno perduto la vita nel Mediterraneo, sognandone un'altra"

Ventimiglia. Questa settimana in località Sant’Antunin, a Trucco, si è svolta la “Festa degli alberi” a cura dell’Associazione Nazionale degli Alpini e in particolare del gruppo Ten. Beppe Cumina di Ventimiglia.

Evento organizzato dagli Alpini, è stato un momento sentito di condivisione e riflessione per gli alunni della nostre scuole elementari, un importante apporto per la loro formazione volta al rispetto della natura e allo spirito di sacrificio nell’aiuto degli altri.
Presente il consigliere Patrizia Acquista, che ha ringraziato a nome dell’Amministrazione l’associazione, che lavora sul comprensorio cittadino e ne cura il territorio, promuovendo lodevoli iniziative come questa Festa degli alberi.

“Ai piedi di una pregiata e antica chiesetta, in questo luogo nel tempo abbandonato ma non dimenticato, riconoscendo le proprie origini intimamente legate a luoghi dalla natura, a volte selvaggia ma sempre generosa verso uomini che la rispettano, ecco rifiorire un paesaggio naturale dove ulivi grandi e piccoli, altre generose piante da frutto e cespugli rigogliosi si snodano in un sentiero sapientemente tracciato da questi alpini generosi – ora, alcuni anche volontari della Protezione Civile” racconta il consigliere Patrizia Acquista.

I circa 50 bambini presenti con le loro insegnanti hanno scoperto un luogo dove il presente, rappresentato dai loro gesti nel piantare giovani alberelli di ulivo (rigorosamente taggiaschi), si fonde nel passato, per la presenza di ulivi centenari: simbolicamente rappresenta la vita che attraversa più generazioni.

Dopo la piantumazione si è dedicato un commosso istante alla lettura di un targa in pietra depositata ai piedi di un ulivo, momento che ha lasciato un profondo segno nel cuore di tutti i presenti: in silenzio, la bandiera italiana tenuta alta da due bambini, una voce ha letto “Dedicato a tutti quei bambini che hanno perduto la vita nel Mediterraneo, sognandone un’altra”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.