Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tutto il Golfo Dianese allacciato al depuratore di Imperia entro il 2017 foto

L'intervento seguito da Rivieracqua è già partita con i sopralluoghi dei tecnici

Andora. Da Andora a Imperia, compresi i Comuni del Dianese, tutti collegati al depuratore del parco urbano del capoluogo provinciale. I lavori partiranno tra quindici giorni e finalmente, nel febbraio 2017, saranno ultimati ma ci sará un margine di altri quattro mesi per non perdere i finanziamenti europei. “Un’opera importante che consentirá ai nostri Comuni di ottenere la Bandiera Blu della Fee”, hanno detto i sindaci del comprensorio dianese e alla conferenza stampa in Comune a Diano Marina c’era anche il vicesindaco Paolo Rossi a dimostrazione dell’importanza dell’intervento che rappresenta un’opera di livello a cavallo tra le province di Savona e Imperia.

“Noi siamo entrati nell’Ato di Imperia nel 2014 e quindi essere qui a parlare del depuratore é fondamentale. Attendiamo la conclusione dei lavori di trasferimento a monte della ferrovia e ora c’é il collegamento con il depuratore di Imperia. Tutte le ammimistrazioni comunali insieme raggiungeranno quindi un obiettivo inseguito da anni”, ha detto il vicesindaco di Andora Paolo Rossi.

Va ricordato che nei mesi scorsi la gunta regionale aveva stanziato 2 milioni e 250 mila euro per realizzare il collegamento della rete fognaria tra Diano Marina e Imperia e, di conseguenza, al depuratore di Imperia. I fondi in questione provengono dal programma Par Fsc 2007/2013, Programma attuativo regionale Fondo sviluppo e coesione. Ma per completare l’opera ci vogliono oltre 5 milioni di euro.

Si tratta del primo lotto di un intervento più ampio che tende a veicolare non solo i rifiuti reflui fognari di Diano ad Imperia, ma anche quelli provenienti dal comune di San Bartolomeo al Mare. Questo convogliamento sarà anche in futuro funzionale a quello di Andora, tramite di San Bartolomeo. Si tratta di un elemento rilevante in quanto Andora è interessata dalla procedura di infrazione comunitaria sulla mancanza di trattamento adeguato degli scarichi reflui.

“Un provvedimento molto atteso – ha sottolineato il sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori come ammimistratore ospite della conferenza stampa- Un buon segnale anche sul fronte ambientale per comuni di rilevanza turistica. Ora la palla passa a Rivieracqua guidata da Gabriele Saldo. Sarà questa societá ad effettuare i lavori che hanno avuto un parto iniziato nel 2011″. Un progetto che é stato seguito passo passo dalla Provincia di Imperia che é stato adeguato e rimodulato. Ora gli interventi possono partire e secondo il cronoprogramma concludersi nel giugno. E Gabriele Saldo ha confermato che giá ieri sono iniziati i sondaggi propedeutici all’inizio del cantiere che sarà allestito a breve dopo aver scremato 130 aziende interessate alla gara d’appalto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.