Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Taggia, le scuole cadono a pezzi e la minoranza chiede misure tempestive foto

Interrogazione sullo stato di salute degli edifici scolastici con chiarimenti che arriveranno in consiglio

Arma di Taggia. Una scuola che dovrebbe essere il fiore all’occhiello dove far studiare i propri figli e che invece invecchia, tanto da diventare in parte, inagibile. L’opposizione ha deciso di vederci chiaro e vuole delle risposte chiare e tempestive.

C’è un’interrogazione, il Gruppo Consiliare Insieme composto da Mauro Albanese, Massimo Alberghi, Piero Arieta, Fedele Cava, Mario Conio vogliono dare filo da torcere alla maggioranza.

Il sindaco Vincenzo Genduso e la sua giunta, messi alle corde, dovranno rispondere al prossimo consiglio comunale.

La vicenda delicata e complessa. Il caso dell’istituto scolastico delle ex caserme Revelli, fa inevitabilmente ricordare situazioni analoghe già vissute a Taggia.

Impossibile dimenticare la chiusura, da circa 7 anni, dell’edificio scolastico Papa Giovanni, a seguito di ordinanza del Sindaco.

Per non parlare poi della scuola G.B. Soleri che necessita di urgenti interventi di consolidamento strutturale. Ma da allora, cosa è stato fatto dall’amministrazione? Una domanda che si pongono sia i consiglieri di opposizione, sia i cittadini. La scuola Papa Giovanni riaprirà? Quale sarà il suo destino? E quale sarà il futuro dell’edificio scolastico G.B. Soleri?

La mancanza di spazi idonei per l’attività scolastica, secondo l’opposizione sta seriamente pregiudicando il percorso formativo dei giovani e la chiusura di spazi scolastici presso l’istituto alle ex caserme Revelli, sarà ulteriore causa di sacrifici per il corpo studentesco.

Per questo servono risposte concrete e solo l’amministrazione potrà fornire tutte le delucidazioni in merito al destino della scuola Papa Giovanni, alle cause dei gravi ritardi rispetto ai lavori da eseguire presso l’istituto scolastico G.B. Soleri e le iniziative da intraprendere, per trovare una soluzione al problema che stanno vivendo docenti e studenti dell’Istituto scolastico alle ex caserme Revelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.