Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, aumento del 40% delle multe, code di cittadini infuriati al comando di polizia locale

In poco tempo si è passati da una media di 1.800 multe a circa 2.500 multe al mese, con un aumento del 40 per cento dopo il picco registrato a febbraio del 50 per cento

Sanremo. L’introduzione dello Street Control, lo strumento di monitoraggio delle strade cittadine montato su auto di servizio della Polizia Municipale sanremese, ha scatenato una pioggia di verbali su inconsapevoli cittadini che si sono visti recapitare le raccomandate senza aver avuto coscienza di aver preso la multa. Da febbraio, da quando cioè la “pesca a strascico” come viene chiamata dal popolo degli automobilisti ha preso il via, dal comando di via Giusti le raccomandate partono a gruppi di mille alla volta e fuori dagli uffici amministrativi tutte le mattine c’è la coda di cittadini con il verbale in una mano e il portafoglio nell’altra.

Alla furia iniziale subentra la rassegnazione quando il vigile di turno, girando il monitor, mostra la foto in alta definizione del mezzo lasciato in sosta vietata, quasi sempre in situazioni di intralcio al traffico. In poco tempo si è passati da una media di 1.800 multe a circa 2.500 multe al mese, con un aumento del 40 per cento dopo il picco registrato a febbraio del 50 per cento. La flessione di Marzo potrebbe essere determinata da una certa clemenza adottata dal comando nel periodo pasquale. Abbiamo fatto il punto della situazione con il comandante del Corpo di Polizia Municipale di Sanremo Claudio Frattarola. “Il nostro obbiettivo è di intervenire sulle soste irregolari che comportano problemi alla viabilità, quelli che creano intralcio allo scorrimento veicolare, senza contare i numerosi casi, in particolare per i motocicli, di incidenti dovuti a veicoli in sosta irregolare. Lo strumento viene quindi utilizzato nelle vie principali e si possono tranquillamente vedere sul sito del Comune, aggiornato settimanalmente con le vie interessate dal passaggio dello Street Control. Sulle strade monitorate non operano altri vigili per evitare le doppie multe: quel personale viene quindi liberato per presidiare il territorio. Grazie a questo strumento infatti tutte le strade interessate vengono monitorate impiegando solo due agenti, mentre prima ne servivano tra gli otto e dodici a seconda del periodo: questo consente di utilizzare il personale per altre mansioni come il controllo dell’abusivismo commerciale e il presidio del territorio per zone problematiche, oltre naturalmente alla regolamentazione del traffico.” Continua il comandante: “Ad esempio a Pasqua siamo stati molto presenti nelle vie principali e, non devo giudicare io, ma mi sembra che qualche risultato si sia riusciti ad ottenere sia per quanto riguarda il decoro sia per la tranquillità della gente che passeggiava per le nostre strade.

Per quanto riguarda alcune polemiche rilanciate anche sui social network, è bene precisare che al comune non interessa “fare cassa”, al Comune interessa migliorare le condizioni di vivibilità per quello che riguarda il traffico. Durante il periodo delle feste lo Street Control non lo abbiamo utilizzato per le multe perchè sapevamo che c’era una condizione molto critica per la viabilità; lo abbiamo utilizzato solo nell’ambito delle attività legate alla sicurezza ed eravamo in grado di monitorare veicoli che potevano risultare rubati oppure senza assicurazione o quant’altro, ma non abbiamo fatto contravvenzioni per la sosta. Negli altri giorni della settimana quando comunque c’è una grande disponibilità di sosta, perchè non mi risulta che i parcheggi a pagamento in centro o leggermente periferici a Sanremo siano sempre completi, per cui c’è una disponibilità di sosta regolare, è chiaro che bisogna modificare un poco le nostre abitudini come avviene in tante città italiane.

A margine delle dichiarazioni del comandante possiamo aggiungere che, anche a seguito di alcune contestazioni di corrieri multati che hanno fatto presente di essere in divieto in quanto la normale area di scarico era occupata da non aventi diritto, da alcuni giorni si è passati alla rimozione delle auto lasciate in divieto sulle suddette aree.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.