Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rotonda di Sant’Ampelio, il commento del Partito Democratico – Circolo di Bordighera

Il Partito Democratico di Bordighera si rivolge al Primo Cittadino chiedendogli di adoperarsi a far convocare con la massima urgenza un Consiglio Comunale straordinario che possa mettere i cittadini tutti nella condizione di essere debitamente informati sullo stato attuale della vicenda

Bordighera. Il Partito Democratico – Circolo di Bordighera commenta l’infelice vicenda della Rotonda di Sant’Ampelio: “I Cittadini di Bordighera non sono dei sudditi. Hanno diritto di conoscere, in un pubblico e democratico dibattito, i contorni e dettagli dell’infelice vicenda della Rotonda di Sant’Ampelio di cui oggi si hanno notizie esclusivamente attraverso i media locali.

Il Sindaco ha annunciato pubblicamente la volontà di recarsi dal Magistrato penale per, riteniamo, deporre spontaneamente, depositando atti e documenti, sulla vicenda che sta assumendo aspetti che vanno ben oltre una semplice questione di ristrutturazione immobiliare.

Dopo numerosi ritardi e rinvii nell’arrivare all’apertura delle offerte delle Imprese che hanno deciso di partecipare alla gara di appalto dei lavori della Rotonda di Sant’Ampelio, data che inizialmente era quella del 8 febbraio u.s. (due mesi fa!), ritardi questi, non imputabili alla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Liguria, oggi la maggioranza di Centro Destra cittadina tira in ballo anche la Procura della Repubblica.

La semplicità e l’efficienza non sono mai state due qualità dell’attuale Amministrazione Comunale di Centro Destra. Se il Sindaco ci sta informando che, dall’alto del suo ruolo istituzionale, rileva la necessità di interessare, oggi, la Magistratura penale sull’intera vicenda, è perché, ipotizziamo e riteniamo, sicuramente dispone di informazioni e conoscenze che depongono per l’assunzione di una decisione così delicata”.

Il Partito Democratico di Bordighera, in attesa delle determinazioni che la Magistratura, investita della vicenda riterrà opportuno assumere, si rivolge intanto al Primo Cittadino chiedendogli di adoperarsi a far convocare con la massima urgenza un Consiglio Comunale straordinario che possa mettere i cittadini tutti nella condizione di essere debitamente informati sullo stato attuale della vicenda.

“Esprimiamo peraltro la nostra perplessità in merito all’azione dell’opposizione consiliare cittadina che, ci saremmo aspettati, più attiva e incisiva nel chiedere conto all’Amministrazione di Centro Destra del Sindaco Pallanca del suo operato nell’intera vicenda. Oltre alcuni interventi estemporanei, come quello consistente nell’intenzione di ricorrere ad un tecnico per capire se la verifica dell’interesse culturale sia indispensabile, non abbiamo, ad oggi, assistito a interrogazioni o interpellanze, né tanto meno alla richiesta di una convocazione straordinaria del Consiglio Comunale per occuparsi in via esclusiva di tutta la vicenda davanti alla Cittadinanza.

Lo scenario politico locale purtroppo è disarmante: una maggioranza confusa e agitata a cui fa da contraltare una variegata, mai unita, compagine di opposizione silente e assente” - conclude il Partito Democratico – Circolo di Bordighera con buona pace dei cittadini di Bordighera.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.