Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Prosegue ininterrottamente l’operazione “Ponente Sicuro” del Comando Provinciale Carabinieri di Imperia

L’operazione “Ponente Sicuro” proseguirà ancora con ulteriori imponenti servizi che l’Arma dei Carabinieri svolgerà in provincia nei prossimi giorni

Imperia. “Ponente Sicuro” è l’ultima maxi operazione messa a segno dal Comando Provinciale Carabinieri di Imperia, che prosegue ininterrottamente i massicci servizi di prevenzione e repressione dei reati in tutta la provincia.

Tre giorni di incessanti servizi effettuati su tutto il territorio del ponente ligure, mirati a debellare ogni forma delinquenziale con raffiche di controlli sia su strada, con l’esecuzione di specifici e diffusi posti di controllo, sia nei luoghi della movida ed in quelli particolarmente frequentati da pregiudicati.

E’ l’operazione “Ponente Sicuro”, che ha visto impiegate tutte le Compagnie Carabinieri, da Ventimiglia fino ad Imperia, comprese Bordighera e Sanremo.

Il bilancio dei militari del Comando Provinciale di Imperia è di 11 persone denunciate, di cui 5 stranieri, 575 identificate, di cui 101 stranieri, 455 veicoli controllati. L’imponente dispiegamento di militari e mezzi nella provincia è stato disposto direttamente dal Comandante Provinciale dei Carabinieri, Colonnello Luciano Zarbano.

Nel corso della maxi operazione sono state impiegate 60 pattuglie e 139 militari, che hanno controllato 30 locali pubblici ed effettuato complessivamente ben 94 posti di controllo.

Sicurezza dei cittadini, controllo del territorio, prossimità dei Carabinieri e rispetto delle Leggi costituiscono i cardini dell’operazione, volta a garantire il quieto vivere di tutti i cittadini onesti della provincia di confine.

Un giro di vite è stato dato soprattutto ai pregiudicati sottoposti a misure di prevenzione, in particolare Sorvegliati Speciali, al mercato della droga ed ai cittadini extracomunitari oggetto di espulsione perché considerati socialmente pericolosi.

I fatti:

Il maxi pattuglione ha visto i Carabinieri della Compagnia di Sanremo deferire ben quattro persone per violazioni in materia di sostanze stupefacenti.
In particolare, il Nucleo Radiomobile della città dei fiori ha fermato un cameriere di 23 anni con quasi due grammi di cocaina, mentre i Carabinieri della Stazione di Santo Stefano al Mare hanno sequestrato un grammo di marijuana ad un cuoco sanremese 26enne. Entrambi sono stati segnalati alla Prefettura di Imperia quali assuntori di sostanze stupefacenti.

Un altro deferimento è scattato per un libero professionista imperiese 36enne, fermato dai militari della Stazione di Badalucco e trovato in possesso, dopo avergli perquisito l’autovettura, di ben 7 grammi di hashish e due bustine contenenti allucinogeni.

Ancora i Carabinieri della Stazione di Badalucco hanno beccato un barista sanremese, 26enne, con ben 5 grammi di hashish e 2 di marijuana.

Intenso lavoro ancora per il Nucleo Radiomobile di Sanremo, che ha denunciato un algerino 28enne, trovato in possesso di un coltello a serramanico avente lama lunga 20 cm., ed un italiano 35enne, pluripregiudicato, G.E., autore di reiterate violazioni della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno a Sanremo cui è sottoposto.

I Carabinieri della Stazione di Ceriana (IM) e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sanremo hanno poi dato esecuzione a due provvedimenti di espulsione nei confronti di due cittadini stranieri extracomunitari, una cubana 30enne ed un senegalese della stessa età, entrambi irregolari sul territorio nazionale.

Per tutti e due è scattato l’accompagnamento, per la successiva espulsione, rispettivamente presso il centro di identificazione ed espulsione di Roma Ponte Galeria e presso quello di Caltanissetta. In particolare, il senegalese è stato accompagnato in Sicilia scortato dai militari sanremesi in quanto colpito da un provvedimento di espulsione disposto direttamente dall’Autorità Giudiziaria, che lo ha dichiarato socialmente pericoloso in relazione a più condanne inflitte in Italia. Pertanto, nei prossimi giorni, verrà imbarcato su un aereo e rimpatriato in Senegal.

Pugno duro anche da parte dei Carabinieri della Compagnia di Bordighera, che hanno denunciato 3 persone:

– un polacco 40enne per furto, sorpreso in flagranza dopo aver rubato alcune bottiglie di alcolici all’interno del supermercato Carrefour della città delle palme, per un valore di circa 50 euro;

– una 46enne bordigotta, che circolava con la propria autovettura priva di revisione, pensando bene di falsificare sulla carta di circolazione il tagliandino attestante una revisione mai fatta;

– un pluripregiudicato 50enne, D.R., beccato dai militari del Nucleo Radiomobile all’interno di una nota pizzeria del centro di Bordighera, intento a consumare alcolici in orario serale nonostante fosse sottoposto alla Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno.

Il desiderio di una pizza ha fatto così scattare per il Sorvegliato Speciale una bella denuncia alla Procura della Repubblica di Imperia, stante la gravità della violazione prevista dal Testo Unico Antimafia e sulle misure di prevenzione.

L’operazione “Ponente Sicuro” proseguirà ancora con ulteriori imponenti servizi che l’Arma dei Carabinieri svolgerà in provincia nei prossimi giorni, anche in vista dell’approssimarsi della stagione estiva, che vedrà l’arrivo di numerosi turisti italiani e stranieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.