Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Paita: “sul referendum gli italiani hanno capito che non era in gioco l’ambiente ma si voleva tentare spallata a governo”

Il capogruppo Pd in Regione Liguria sui risultati del referendum

Più informazioni su

Liguria. Raffaella Paita, capogruppo Pd in Regione Liguria si esprime sul referendum sulle trivelle: “Il referendum sulle trivelle non ha raggiunto il quorum: gli italiani hanno capito che in questa votazione non erano in gioco l’ambiente e la qualità del mare, ma si trattava semplicemente di un tentativo tutto politico e maldestro di assestare una spallata al Governo Renzi. Il risultato è che alle urne si è presentato il 32% degli aventi diritto.

Hanno vinto i lavoratori e hanno perso Salvini, Grillo e “l’armata anti-Renzi”, che preferiscono un Paese fermo per i propri giochi di parte. Piccoli interessi di bottega figli della vecchia politica che verranno messi in campo anche al prossimo referendum Costituzionale.

La risposta arrivata ieri però ci conferma che l’Italia intende andare avanti sulla strade delle riforme e che i cittadini non intendono farsi usare da certi vecchi arnesi politici. Persone come Toti che ha buttato la Liguria in quest’impresa sperando di diventare l’anti-Renzi.

Facendo così però il governatore ha soltanto dimostrato di non capire che in Liguria non c’è spazio per questi giochetti, visto che l’affluenza al referendum è stata risibile in tutta la regione (31,6%) così come nella sua Ameglia (32%)”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.