Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La presentazione del progetto ALCOTRA Natura e Cultura per Tutti ai Giardini Botanici Hanbury

Si è svolta oggi nella Sala dei Camini alla presenza del Prof. Luigi Minuto, presidente dei Giardini Hanbury

Ventimiglia. Si è svolta oggi nella Sala dei Camini dei Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia, alla presenza del Prof. Luigi Minuto, presidente dei Giardini Hanbury, la conferenza stampa di presentazione del progetto ALCOTRA Natura e Cultura per Tutti.

Hanno partecipato i rappresentanti di numerose testate giornalistiche ed i sindaci dei comuni partner: Ventimiglia, Airole, Olivetta S.Michele.

Nel Progetto Europeo Natura e Cultura per tutti (NAT+ CULT) i Partner sono:

1. Area Protetta Regionale Giardini Botanici Hanbury (capofila)
2. Provincia di Imperia;
3. Comune di Airole;
4. Comune di Olivetta San Michele;
5. Comune di Ventimiglia;
6. Unité expérimentale Villa Thuret et Jardin Botanique (Institut National de la Recherche Agronomique PACA);
7. Jardin Botanique Exotique de Val Rahmeh (Muséum National d’Histoire naturelle);
8. Mairie de Sospel.

Il progetto Natura e Cultura per tutti (NAT+CULT) si articola in 4 gruppi di attività principali elencati di seguito:

1. Governance e gestione amministrativa del progetto
2. Comunicazione
3. Interventi, progetti e azioni su siti e percorsi
4. Rete locale transfrontaliera Natura + Cultura & Territorio

Il primo gruppo di attività è strettamente inerente la coordinazione del progetto e la sua gestione tecnico-amministrativa.

Il secondo gruppo di attività (Comunicazione) prevede la realizzazione di seminari informativi e formativi per guide e operatori turistici riferiti ai percorsi e siti valorizzati con il progetto e la realizzazione di un primo modulo di formazione di livello universitario sui valori naturali e l’approccio eco-sostenibile del turismo applicato all’area di interesse.

Oltre alla promozione generale del progetto, questo gruppo di attività prevede inoltre la realizzazione di un evento di comunicazione per il grande pubblico e la produzione di materiale di informazione turistica e culturale come schede informative su piante, animali, ambienti di maggiore interesse; pannelli illustrativi corredati da QR code, visite virtuali, materiale didattico, con particolare attenzione alle esigenze dei diversamente abili (pannelli in braille, audioguide etc…). Costo totale di questo gruppo di attività è di 131.658,00 euro.

Il terzo gruppo di attività (Interventi, progetti e azioni su siti e percorsi) prevede la messa in sicurezza di alberature, l’adeguamento di percorsi visita per la fruibilità anche da parte dei diversamente abili, la riqualificazione di percorsi escursionistici all’interno di siti naturalistici di pregio, il restauro di edifici e altre opere patrimoniali, l’acquisto di attrezzature per l’integrazione dei servizi ai visitatori, la realizzazione di studi e progetti per ulteriori miglioramenti dell’attrattività dei beni e della sicurezza degli utenti.

Costo totale di questo gruppo di attività è di 1.564.615,55 euro.

Si elenca di seguito il dettaglio e la localizzazione delle attività a progetto.

Sentiero geologico-naturalistico-paesaggistico in loc. Capo Mortola (Via Julia Augusta):
esiste un antico tracciato che fiancheggia il perimetro recintato dei Giardini e costeggia la spiaggia e la scogliera di Capo Mortola. Tale sentiero propone viste spettacolari lato mare e presenta uno spaccato eccezionale di storia geologica per la presenza di affioramenti fossiliferi molto ricchi e particolari e di sequenze stratigrafiche ben visibili e didatticamente esemplari.

Il luogo è infatti uno dei punti di eccellenza per la comprensione e visione del valore patrimoniale oggetto della candidatura a Patrimonio dell’Umanità Unesco delle “Alpi del Mediterraneo”. Il Comune di Ventimiglia, in accordo con l’Università di Genova che gestisce l’Area Protetta dei Giardini Botanici Hanbury intende recuperare al meglio la transitabilità (e l’accesso dalla sovrastante borgata di Mortola) di questo breve ma eccezionale sentiero, proponendolo anche come variante all’interno dell’itinerario di Via Julia Augusta.

Percorso di visita al sito naturalistico “lago di Varase”: il Comune di Ventimiglia intende altresì procedere, in sintonia con le indicazioni delineate nell’adottando Piano di Gestione del SIC Fiume Roia, elaborato dall’ente gestore (Provincia di Imperia), ad un intervento di recupero ecologico-naturalistico dell’area golenale di Varase (interna al SIC), provvedendo quindi alla creazione di un percorso di visita al sito naturalistico adatto anche a un’utenza debole (famiglie, scuole, anziani, disabili) e altresì fruibile a cavallo (è presente in zona un maneggio che pratica anche ippoterapia per disabili).

Sentiero geologico – naturalistico del M. Colombin: Il comune di Airole progetterà ed eseguirà un intervento di manutenzione straordinaria in un tratto del sentiero per portarlo a un livello di percorribilità escursionistica e di sicurezza adeguata anche per il target “famiglie”.

Anello geologico-naturalistico di Bossarè: il comune di Olivetta San Michele eseguirà interventi di manutenzione straordinaria in più tratti del sentiero al fine di portarlo ad una percorribilità di tipo escursionistico medio ed in condizioni di sicurezza adeguate per il target “famiglia”.

Sentiero botanico Sospel-Olivetta: Il percorso previsto in forma di corto “loop” nonché di facile percorrenza, si presterà perfettamente a un’utenza familiare e ad escursionisti non troppo allenati. Il tema centrale servirà come linea guida per la scoperta ma non si esclude di parlare di diversi argomenti (geologia, fauna, flora …).

Giardino Botanico ed Esotico di Val Rahmeh (Mentone): le attività previste in questo sito riguardano principalmente il miglioramento della sicurezza dei visitatori con la realizzazione di uscite di sicurezza e il ripristino di una cancellata in ferro.

Giardini Botanici Hanbury (Mortola di Ventimiglia): le attività che si realizzeranno presso questa struttura vengono elencate di seguito: ricostruzione di muri di sostegno crollati o ammalorati; sistemazione dello scalone e dei percorsi presso l’ingresso; ristrutturazione di impianti e servizi per il Centro di Documentazione; adeguamento impianto elettrico lungo il percorso principale; realizzazione di un sistema di monitoraggio ingressi/uscite e impianto di videosorveglianza e avvertimento/allarme interno al giardino; adeguamento delle uscite di sicurezza principali; interventi di adeguamento del piano terra e fondi del palazzo finalizzati a un uso pubblico multifunzionale (esposizioni permanenti e temporanee e spazi per eventi e corsi di formazione di livello superiore); restauro del soffitto “sala dei camini”, prospetto posteriore/laterale del palazzo, e impermeabilizzazione della copertura della terrazza ovest; VTA delle alberature a rischio e interventi conseguenti di messa in sicurezza di alcune aree visitabili; allestimento di un percorso per non vedenti; realizzazione di un’area attrezzata “dog-friendly”; acquisto nuovo veicolo elettrico per il trasporto di soggetti con difficoltà motorie; acquisto 300 sedute ignifughe attrezzate con tavoletta destinate ad eventi e attività di turismo di nicchia di tipo formativo. L’azione prevede inoltre attività di studio e progettazione di nuovi interventi.

Giardino Botanico di Villa Thuret (Antibes): le attività previste presso questo giardino botanico riguardano la rimozione del legno morto e la potatura di grandi alberi; il ripristino di una serra didattica destinata all’accoglienza dei gruppi; la realizzazione di progetti di restauro per le infrastrutture di accoglienza e la messa a norma per l’accesso a persone con difficoltà motorie.

Il quarto gruppo di attività (Rete locale transfrontaliera Natura + Cultura & Territorio) prevede l’attivazione di un gruppo di lavoro che si confronterà sulle varie esperienze e conoscenze dei partner in relazione all’ambito territoriale e ai temi di interesse per la finalizzazione degli obiettivi del progetto e in primis per creare all’interno del gruppo sinergie operative e una rete di scambi e collaborazioni funzionali anche più allargata e aperta a future implementazioni.

In particolare in materia di qualità dei servizi turistici la Provincia di Imperia, proporrà l’esperienza e i risultati conseguiti con il PIT Tourval e i Giardini Botanici i contenuti dei protocolli di qualità per la visita ai propri siti sperimentati o a conoscenza.

Una generale comune riflessione verrà fatta sulla caratterizzazione dell’offerta turistica “Natura e Cultura per Tutti” e sulle modalità, operative, d’immagine e comunicazione e di promozione, per inserirla più efficacemente nel sistema di offerte turistiche e culturali presenti nel territorio.

Si organizzerà concretamente l’integrazione dell’offerta naturalistico-culturale indoor (Giardini) con quella outdoor (sentieri naturalistici) e l’attivazione della nuova proposta dedicata alle fasce deboli. Costo totale di questo gruppo di attività è di 38.175,65 euro.

La presentazione del progetto ALCOTRA Natura e Cultura per Tutti: presentazione conf stampa giornalisti-2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.