Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Enrico Brignano, che monologhista di razza! fotogallery

Questa sera il golden boy della comicità italiana ha fatto il pieno di applausi al Teatro Ariston conquistando i circa 1.800 spettatori accorsi per Evolushow 2.0

Sanremo. Un pizzico di cinismo, un palco come un pulpito e un sorriso sornione che ricordava il suo maestro, Gigi Proietti. Questa sera Enrico Brignano ha fatto il pieno di applausi al Teatro Ariston conquistando i circa 1.800 spettatori accorsi per Evolushow 2.0.

Due ore e trentadue minuti di umorismo sagace e tagliente, con cui il golden boy della comicità italiana ha proseguito il discorso iniziato durante la passata stagione teatrale. Un viaggio intelligente e divertentissimo concepito come un’evoluzione del suo primo spettacolo sull’evoluzione umana. Di fatto un aggiornamento, perché, come nel linguaggio dell’informatica, quando un programma si aggiorna si dice 2.0.

Ed è appunto internet e tutta la sua rete che il nostro monologhista di razza – disquisendo su una società che va a duemila, anzi a 2016, intrattenendosi nei luoghi perduti della coscienza, delle emozioni e degli antichi valori -, ha portato pungentemente sulla scena.

Dai “maschi tutti sushi, chiacchiere e messaggini” alle “donne multitasking che cullano il neonato in conference call a lavoro“; passando per il Governo, la Chiesa, le banche e i sindacati, Brignano ha affondato la sua critica feroce su ogni “prototipo” del genere umano. Nessuno si è salvato. Nessuno, neppure quegli astronauti che dallo spazio hanno scattato un selfie con il pianeta Terra.

In conclusione di spettacolo l’artista ha salutato il pubblico sanremese e, pronto a partire sulla strada del teatro di Firenze, ha lanciato un medley per i suoi trent’anni di carriera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.