Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni a Diano: accordo concluso

L'incontro aveva lo scopo di conoscere a fondo la personalità e le idee di coloro che negli ultimi giorni hanno coperto virtualmente il ruolo di Sindaco e valutare le loro compatibilità per il futuro

Diano. Salvo imprevisti dell’ultima ora, l’accordo tra P.D; D.F. ed ex Forza Italia risulta concluso.

Martedì sera alle ore ventuno, mezzora prima della riunione del direttivo PD, Diano Futura ha incontrato Federico Baio, Michele Calcagno e Davide Damonte.

L’incontro aveva lo scopo di conoscere a fondo la personalità e le idee di coloro che negli ultimi giorni hanno coperto virtualmente il ruolo di Sindaco e valutare le loro compatibilità per il futuro.

Incontro ampiamente positivo tra persone culturalmente preparate che, nonostante la giovane età, hanno dimostrato di essere profondi conoscitori dei problemi irrisolti della città.

In perfetta armonia si è stabilito che uno ricoprirà il ruolo di Sindaco (Calcagno), l’altro (Damonte) quello di vicesindaco e responsabile del settore edilizio. Per quanto concerne le altre caselle da riempire era già stato fissato il criterio di assegnazione per ciascun gruppo; rimane da annunciare i nomi e, comunque, si tratterà di persone giovani e di nuova nomina.

Possiamo tranquillamente dire che si tratta di dianesi doc, portatori di un entusiasmo che nasce dal comune sentire della gente di buon senso.

“Diano Futura, è nata circa un anno fa, con compito “impossibile” di dar vita ad una coalizione civica che mettesse insieme persone anche con diverse visioni politiche, ma interessate al “bene collettivo”, in quanto siamo convinti che i problemi attuali e futuri da risolvere non sono né di destra né di sinistra.

Forse ci siamo riusciti e questo per noi è motivo di soddisfazione; senza vantare diritti di primogenitura o di imposizione di nomi o programmi.

Saranno, comunque, i cittadini “sovrani” come recita la nostra Costituzione a valutare il cinque giugno chi dovrà manovrare il timone della città” – afferma Diano Futura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.