Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dimagrire e depurarsi con le centrifughe: i succhi e i frullati di Samantha

E’ tutto un gran parlare di centrifughe, estrattori e frullatori. Quali sono le differenze? E quali le ricette che possiamo preparare con questi elettrodomestici. Ecco qualche consiglio utile per dimagrire e depurarsi utilizzando la frutta e la verdura!

E’ tutto un gran parlare di centrifughe, estrattori e frullatori. Quali sono le differenze? E quali le ricette che possiamo preparare con questi elettrodomestici. Ecco qualche consiglio utile per dimagrire e depurarsi utilizzando la frutta e la verdura!

Centrifuga, estrattore o frullatore…che fare?

Se non avete ancora acquistato un prodotto per ottenere succhi di frutta e frullati siete sicuramente in balia di moltissime informazioni, tutte diverse, che trovate sul web. C’è chi dice che il movimento della centrifuga surriscalda la frutta fino a fargli perdere parte delle sostanze (non sono una scienziata ma non credo che le centrifughe arrivino a 40°, temperatura che inizia a “uccidere” alcune sostanze nutritive). L’estrattore lavora in modo diverso, con una coclea, che “spreme” o meglio “estrae” il succo dalla frutta e dalla verdura, un processo sicuramente più delicato ma anche più costoso. Una buona centrifuga infatti costa circa 80-100 euro mentre un buon estrattore costa 350-500 euro. Una bella differenza! E’ anche vero che può essere un buon investimento per il futuro. Riflettete su quanto amate i succhi di frutta e quanto pensate realmente di inserirli nella vostra routine alimentare. Il frullatore è un elettrodomestico che di solito abbiamo già in casa e che, per frullati tradizionali, non ha certo bisogno di funzioni particolarmente evolute. Diversamente è se vogliamo frullare anche frutta secca o alimenti più solidi. Allora in quel caso, meglio un blender molto potente.

Abbinare frutta e… verdura!

Molte persone si spaventano quando gli si presenta l’idea di utilizzare la verdura per frullati o succhi di frutta. Questo perché in effetti siamo abituati alla frutta, più dolce e appetitosa. Esistono però anche alcuni abbinamenti che vi stupiranno e vi faranno capire quanto possa essere buono un succo di verdure fresche. Ovviamente dovete sempre abbinare la frutta e la verdura pensando ad un equilibrio gustativo, al risultato che volete ottenere (preferite un succo aspro, dolce o amaro?) e alla percentuale di acqua che contiene. Abbinare sempre frutta e verdura con più acqua (anguria o cetriolo per esempio) con quelle che ne contengono meno (fragole o pesche tra le tante) ci permette di avere una resa maggiore. Alcuni frutti sono perfetti per essere invece frullati proprio perché contengono pochissima acqua, pensiamo alle banane o all’avocado. Provate ogni tanto ad aggiungere una verdura a foglia verde ad un frutto che vi piace…potrebbe essere una bella scoperta!

Qualche abbinamento che mi piace:

Finocchio, limone, mela, menta

Fragole, pompelmo rosa, cetriolo, menta

Ananas, fragola, limone e miele

Anguria e fragole

Anguria, cetriolo e ciliegia

Pere, spinaci, pompelmo rosa e zenzero

A questo link trovate alcuni abbinamenti estivi: http://www.laboratorioveg.it/frullati-e-centrifughe-rinfrescanti-per-combattere-il-caldo/

Tenete presente che utilizzare frutta di stagione, di sicura provenienza (del vostro orto o biologica) e di ottima qualità è fondamentale per ottenere dei benefici. La fantasia, inoltre, è il primo ingrediente per essere soddisfatti nel sostituire lo spuntino del mattino o quello pomeridiano con un bel succo o frullato (o magari l’aperitivo alcolico o analcolico già pronto) nella nostra quotidianità!

di Samantha Alborno, Food Blogger

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.