Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dalla Regione 14 milioni di euro per dare un lavoro a chi non lo trova fotogallery

In particolare sono 266 percorsi formativi su tutto il territorio destinati alla qualificazione per disoccupati over 24

Imperia. Preso d’assalto oggi il polo Universitario di Imperia in occasione del primo Open Day per la presentazione di corsi di Formazione Professionale deliberati da Regione Liguria e finanziati per 14, 7 milioni di euro dal Fondo sociale europeo. Più di mille i giovani (1.005 quelli che si sono registrati) che si sono presentati alla giornata organizzata da Regione Liguria per chiedere informazioni agli stand degli enti di formazione e partecipare all’incontro illustrativo tenuto dagli assessori Ilaria Cavo (Formazione) e Gianni Berrino (Lavoro) e arricchito dalle testimonianze di imprenditori e professionisti. Dei 266 corsi, prevalentemente per disoccupati over 24 anni, attivati dal bando su tutto il territorio regionale per una platea di 4244 allievi, sono 24 quelli che toccano la provincia di Imperia, per un totale di 476 posti, con una previsione occupazionale (sia su scala regionale che su scala provinciale) di oltre il 50 per cento.

Open Day formazione al Polo Universitario Imperiese

“Questi più di mille ragazzi che oggi hanno voluto capire a fondo l’offerta formativa gratuita garantita da Regione Liguria – ha affermato l’assessore Cavo – sono un segnale fortissimo, da interpretare in due modi: da un lato evidenzia la forte richiesta di formazione finalizzata all’occupazione che ci arriva da chi è in cerca di lavoro e ci conferma che destinare risorse per questi corsi è stata una scelta giusta e tempestiva; dall’altro ci responsabilizza sulle aspettative di questi disoccupati che oggi, con la loro presenza, ci hanno dato fiducia. I corsi, proprio perché così “gettonati”, dovranno soddisfare le esigenze formative ma anche occupazionali dei futuri fruitori: il bando ha assegnato un punteggio superiore agli enti di formazione che hanno previsto una maggiore occupazione per gli allievi al termine del percorso formativo. Questa previsione occupazionale (che a livello ligure riguarda oltre 2.000 ragazzi e a livello imperiese più di 230) non rappresenta un’indicazione generica e astratta ma dovrà essere rispetta dagli enti, pena la non completa erogazione del finanziamento previsto dal bando. La verifica sarà fatto a trenta giorni e poi a sei mesi dal termine dei corsi. Se non sarà rispettato l’impegno all’occupazione verranno decurtate in modo proporzionale le risorse: è questa la prima, importante risposta che possiamo dare alla folta platea di disoccupati che oggi ha riposto fiducia nel sistema pubblico. Un altro dato – ha concluso l’assessore Cavo – dobbiamo tenere in considerazione: gli oltre mille ragazzi che si sono registrati oggi rappresentano più del doppio dei posti disponibili in provincia di Imperia e questo ci obbliga a riflettere sulla necessità di approvare un nuovo bando, una volta verificati i fabbisogni occupazionali e formativi del territorio”.

Per l’assessore Berrino “l’affluenza di oggi è merito anche del lavoro capillare del Centro per l’impiego di Imperia, che attivando sms, social media e mail ha saputo raggiungere il maggior numero possibile di potenziali utenti. Da questo incontro, e dai prossimi che faremo sul territorio, potremo costruire una banca dati aggiornata dei disoccupati che in questo momento stanno cercando lavoro sapendo anche in quale settore lo cercano e su questi dati dovremo continuare a lavorare. La presenza fisica e massiccia dei giovani – ha proseguito – evidenzia la grande fiducia che ripongono nei centri per l’impiego e nell’offerta formativa di Regione Liguria e questo ci sprona a proseguire nello sforzo di avvicinare sempre di più la formazione al mondo del lavoro e delle imprese. Insieme all’assessorato alla Formazione e a Liguria Digitale – ha concluso l’assessore Berrino – stiamo anche lavorando a un nuovo portale, snello e facilmente accessibile, per incrociare domanda e offerta di lavoro e di formazione anche nello spazio virtuale”.

Altri Open Day sono previsti mercoledì 20 aprile a Savona (alle 10.30 presso la Scuola Edile di via Molinero 4), di giovedì 21 aprile a La Spezia (alle 10.30 presso la sede dell’Autorità Portuale in via del Molo 1), di martedì 26 aprile a Genova (alle 15.30 presso i Magazzini del Cotone) e di giovedì 28 aprile a Chiavari (alle 10.30 presso l’Auditorium san Francesco).

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.