Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dalla Liguria allo spazio il passo non è breve: NeMeA Sistemi dal Distretto Aero Spaziale Sardegna alle tante attività a servizio delle aziende e delle PA foto

Sanremo. Diverse decine di amministrazioni pubbliche, nel corso degli ultimi mesi hanno adottato e pubblicizzato, un nuovo sistema di allerta meteo di Protezione Civile realizzato da NeMeA Sistemi (http://www.nemeasistemi.com), azienda ligure con sede operativa ad Alghero in via Ardoino 3, e sede legale a Sanremo, in via Aurelia 95.

NeMeA nasce dal 2002 e da allora, spiega l’amministratore Michele Boella “sviluppiamo soluzioni geografiche che vengono utilizzate da centinaia di comuni in tutta Italia, nel nostro DNA c’è una forte componente tecnologica fornitaci in questi anni da una multinazionale leader del mercato dei software cartografici: INTERGRAPH-HEXAGON.”

1

 (Nella foto l’Amministratore di NeMeA Sistemi Michele Boella)

Ad oggi, l’azienda offre occupazione a 12 persone fra dipendenti e collaboratori. Sette persone lavorano in Liguria e cinque, in Sardegna.

Nei giorni scorsi, anche uno dei blog dedicati sull’informazione geografica più rinomati a livello mondiale, ha dedicato un articolo all’azienda Sanremese/Algherese NeMeA Sistemi che ha svolto alcune attività di rilievo dell’illuminazione pubblica e delle batimetriche marine nell’isola di San Pietro, comune di Carloforte.

NeMeA Sistemi, che opera in diverse regioni italiane, “è nata per soddisfare le esigenze di alcune aziende cosiddette Utility, cioè – puntualizza Boella – fornitori di gas, acqua, elettricità ed illuminazione pubblica o di servizi come la raccolta rifiuti ed il trasporto urbano, con il tempo ci evolviamo in uno scenario complesso, di nicchia, con tutti i pro e i contro del caso”.

Ma NeMeA Sistemi che ha anche partner a livello mondiale, non è solo questo. Infatti, fa parte del Distretto Aero Spaziale Sardegna (clicca qui per saperne di più http://www.sinnovasardegna.it/evento/istituzioni/Distretto-Aerospaziale-della-Sardegna.html). Dalla Liguria allo spazio il passo non è breve. La grande opportunità di entrare nella compagine sociale del Distretto Aero Spaziale Sardegna, si è realizzata nell’anno 2015.

NeMeA ha una forte competenza nell’elaborazione ed interpretazione di immagini provenienti da satelliti (Sentinel, CosmoSkyMed), e così precisa Boella “ci siamo ritrovati intorno ad un tavolo con i più importanti player del mercato aerospaziale (Avio, Vitrociset solo per citarne alcuni,CNR) a parlare di come le Piccole e Medie Imprese possono essere centrali in una proposta di elevatissimo livello: il DASS è una grande opportunità che ha “lo scopo di sostenere, attraverso le proprie competenze scientifiche e tecnologiche, l’attrattività di investimenti in settori produttivi ad alta tecnologia, di contribuire al rafforzamento delle competenze tecnico-scientifiche dei Soci, nonché di rafforzare il sistema della ricerca regionale, nazionale ed internazionale”.

Il Distretto Aero Spaziale Sardegna consentirà a molte imprese che investono in competenze e tecnologia avanzate, di affrontare nuove sfide ed esperienze accompagnandosi con pari dignità “ai grandi” dell’economia e dello spazio e facendo con loro sistema.

“E’ sicuramente un percorso lungo e difficile ma appunto – sottolinea l’amministratore – una grande sfida che affrontiamo con molta serietà e determinazione.”

Ma NeMeA Sistemi, si occupa anche di ambiente marino. “Nel lontano 2007 – ricorda Boella - registriamo il primo drone acquatico in Italia: HYDRA. Con questo drone monitoriamo i cambiamenti che avvengono nel fondale per via delle opere costruite dall’uomo o nei casi di erosione costiera. E’ un drone industriale e ad oggi ne abbiamo un piccola flotta che, con le stesse modalità e precisione, svolge il suo lavoro sia a Capoterra che Carloforte come a Ventimiglia acquisendo dati di profondità e di morfologia dei fondali che diversamente, anche da satellite, sarebbero impossibili da misurare.”

2

Ritornando alla Protezione Civile e quindi all’App (gratuita per i cittadini) realizzata da NeMeA e da un suo partner tecnologico, di cosa si tratta nello specifico?

“La Soluzione – come spiega nel dettaglio Boella – è in realtà un mix di tecnologie molto diffuse ed avanzate che cooperano e si scambiano informazioni ed azioni: l’APP parla con il Geoportale Cartografico che a sua volta, parla con Facebook che scambia dati con Twitter e che rimanda all’APP. Insomma, un circuito virtuoso di informazioni a uso e consumo del cittadino. Il comune di Ventimiglia, così come quello di Uta, Soldano, Seborga, Elmas, Capoterra, Andora, Casale Monferrato o Tempio Pausania (solo per citarne alcuni in quanto ad oggi sono 20 i comuni raggiunti tra Liguria e Sardegna) condividono le stesse tecnologie e lo stesso approccio al problema cercando di aumentare il più possibile, il numero di persone raggiunto dall’allerta meteo.”

Un’App in grado di informare tutti i cittadini attraverso un flusso di informazioni ben preciso e definito.

Ma cosa bisogna fare per scaricare l’App e quindi per essere sempre informati in caso di allerta?

“E’ semplicissimo, – come precisa l’amministratore Boella – si può scaricare gratuitamente sui propri smartphone su Play Store (per Android) e Apple Store (per Iphone) e Windows Store (per WinPhone). Oltre alla tipologia di allerta (verde – gialla – arancione – rossa), l’app contiene le norme di comportamento in tali situazione e l’aggiornamento del piano di protezione civile. Può raggiungere in tempo reale le persone che possono essere coinvolte in questi disagi. Un’app che è stata pensata per fornire uno strumento utile proprio nel momento in cui la gente può entrare nel panico e magari non ha nemmeno accesso a internet, ma all’interno del suo telefonino avrà informazioni su come comportarsi”.

3

Ma l’attività di NeMea Sistemi è talmente ricca e varia che è davvero impossibile riassumere tutto in poche righe. Ma la domanda è d’obbligo. Allora ci rivolgiamo ancora una volta all’amministratore Boella. Se dovesse sintetizzare, in poche righe, non solo l’attività ma anche, l’obiettivo di NeMea Sistemi?

“Rifacendomi al primo fumetto uscito nel 2011 ideato per promuovere HYDRA direi che“noi contribuiamo a far conoscere l’ambiente a tutti coloro che hanno interesse perché siamo convinti che non si può difendere od interagire con un’entità così complessa senza conoscerla profondamente”.

12948484_10208064889091657_2139544872_o

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.