Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Controlli a tappeto svolti in materia di armi dai Carabinieri del Comando Provinciale

Impiegate tutte le Compagnie Carabinieri, da Ventimiglia fino ad Imperia, compresi i territori di Bordighera e Sanremo

Più informazioni su

Imperia. Ennesimo maxi blitz dei Carabinieri del Comando Provinciale di Imperia, che proseguono ininterrottamente i massicci servizi di prevenzione e repressione dei reati in tutta la provincia.

Questa volta, negli ultimi quattro giorni, è stata effettuata su tutto il territorio provinciale una raffica di controlli in materia di armi.

Impiegate tutte le Compagnie Carabinieri, da Ventimiglia fino ad Imperia, compresi i territori di Bordighera e Sanremo.

Tutti i reparti dell’Arma, con il supporto di rinforzi, oltre all’esecuzione di molteplici pattuglioni e posti di controllo, al fine di reprimere in particolare i reati predatori, hanno effettuato questa volta decine e decine di verifiche nei confronti di persone detentrici di armi, allo scopo di verificare il rispetto della normativa sulla legittima detenzione. Al maxi servizio, inoltre, è stato aggiunto un ulteriore dispositivo di supporto, con la finalità di rafforzare i controlli nelle zone a ridosso della frontiera e nella città di confine.

Il bilancio del maxi servizio di controllo del territorio è impressionante: 3 persone arrestate, di cui due stranieri, 25 denunciate, di cui 13 stranieri, 772 identificate, di cui 82 stranieri, 566 veicoli controllati. L’imponente dispiegamento di militari e mezzi nella provincia è stato disposto direttamente dal Comando Legione Liguria e coordinato personalmente dal Comandante Provinciale dei Carabinieri, Colonnello Luciano Zarbano.

Nel corso della maxi operazione sono state impiegate 92 pattuglie e 209 militari, che hanno controllato 33 locali pubblici ed effettuato complessivamente ben 133 posti di controllo, proprio allo scopo di garantire la massima presenza dello Stato su tutto il territorio.

Il maxi pattuglione ha visto i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Ventimiglia trarre in arresto, in piena notte, due giovani passeur tunisini, che stavano raggiungendo il confine, diretti in Francia, a bordo di un furgone Citroen con targa francese sul quale erano stipati 12 stranieri extracomunitari, tutti clandestini e provenienti da Guinea, Senegal e Mali, privi di documenti e, quindi, sottoposti a identificazione dai militari della città di confine.

Sempre a Ventimiglia, i Carabinieri del Comando Stazione hanno messo le manette al 39enne V.R., intemelio, nei confronti del quale, avendo violato gli arresti domiciliari, applicatigli in seguito alla commissione di reati di spaccio di sostanze stupefacenti, veniva disposto dall’Autorità Giudiziaria un provvedimento di carcerazione.

Svariati sono stati i controlli effettuati in materia di armi.

In particolare, il Nucleo Radiomobile di Imperia ha denunciato un giovane inglese fermato alla guida di un’autovettura con al seguito una mazza da baseball, tenuta ai propri piedi pronta all’uso.

Un’altra denuncia è invece scattata per un pregiudicato sanremese 28enne, controllato dai Carabinieri della Stazione di Badalucco mentre si aggirava con fare sospetto portando al seguito un coltello a serramanico avente 10 cm. di lama, ovviamente sequestrato.

Numerosi controlli sono stati poi effettuati nei confronti di detentori di armi. Il bilancio è stato di spessore, ben 13 persone denunciate e molteplici armi e munizioni sequestrate: complessivamente, 20 fucili da caccia, due pistole, quasi 500 cartucce di vario calibro e 1 Kg. di polvere da sparo.

A carico delle persone segnalate alla Procura della Repubblica di Imperia, a seguito di controlli operati presso le abitazioni da parte dei militari della Compagnia Carabinieri di Sanremo, di quelli di Bordighera e dei Carabinieri della Stazione di Ventimiglia Principale, sono state riscontrate svariate violazioni della normativa sulle armi, dall’omessa denuncia del trasferimento di armi da un luogo di detenzione ad un altro, alla detenzione illecita di armi e munizioni in quanto mai denunciate all’Autorità di Pubblica Sicurezza.

Da segnalare anche alcuni ritiri di armi fatti nei confronti di soggetti pregiudicati o colpevoli di aver commesso reati o comunque compiuto condotte minatorie incompatibili con la lecita detenzione di armi da sparo, così come previsto dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

Ulteriori imponenti servizi a largo raggio verranno effettuati anche nel corso delle prossime settimane, affinché l’Arma dei Carabinieri sia sempre presente al fianco dei cittadini, a tutela delle Istituzioni e per garantire l’osservanza delle Leggi, “nei secoli fedeli” alla Patria e agli Italiani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.