Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Casinò Sanremo, Moroni e Gambacorta al lavoro per dare voce ai dipendenti

L’intento è quello di valorizzare la professionalità dei dipendenti e risolvere problematiche a galla da tempo

Sanremo. Massimiliano Moroni, eletto da pochi giorni nuovo segretario dell’Ugl Terziario della casa da gioco sanremese e, il Vice Segretario Fabrizio Gambacorta, sono già a lavoro per ricompattare il sindacato e per dare voce ai dipendenti dell’azienda con l’intento, di valorizzare la professionalità dei lavoratori.

“In tutti questi anni – commenta il Segretario Moroni – si è parlato di tutto ma non delle problematiche dei lavoratori e del Casinò. Abbiamo subito una scissione e quindi, ripartiamo. Ogni giorno stiamo rifacendo iscritti e questo ci fa essere fiduciosi. Torneremo ad essere un numero importante. E’ un lavoro che entro 6 mesi, massimo un anno, darà i suoi frutti. Un altro obiettivo che abbiamo è quello di andare a far luce su tutta una serie di problematiche. Quanto prima, vorremmo conoscere i dati dell’andamento della casa da gioco. In passato non ci sono piaciute alcune scelte quindi, in modo costruttivo, andremo a valutare determinate situazioni. Andiamo avanti per la nostra strada. Fare un sindacato è sempre difficile: richiede tempo, sacrificio e soprattutto studio. In questi anni ,tante persone, con la scusa del “ci mettiamo la faccia”, hanno peggiorato le condizioni lavorative, anche a livello di reddito economico quindi, bisogna darsi una svegliata. Se chiude il Casinò, si mette a rischio sociale una buona parte di Sanremo e se la situazione dovesse comunque peggiorare, non ci sarebbe la possibilità di fare assunzioni per un futuro prossimo. L’obiettivo è quello di cercare di stare in equilibrio”.

“Ad oggi, – dichiara il vice segretario Fabrizio Gambacortacerchiamo di ricompattare il sindacato perché possiamo definirlo orfano di molte persone. E’ un sindacato che ha pochissima unità perché è stato un po’ “smembrato” e quindi, proveremo a dargli forza perché riteniamo sia importante per l’azienda. Valuteremo poi tutti i problemi dei lavoratori. Vedremo quindi cosa sarà possibile migliorare, anche se ci troviamo in un periodo un po’ particolare. Cercheremo comunque di fare il massimo.”

Ci sarà quindi più sensibilità verso i dipendenti dell’azienda e il gioco lavorato in quando, come spiega Gambacorta “negli ultimi tempi tutto questo è stato un pò abbandonato“.

“Per quanto riguarda la piattaforma del contratto, – prosegue il Vice segretario – sarà sicuramente Roberto Spina, segretario esterno, a guidarla e noi, gli daremo una mano per quanto possibile. Come sindacato nuovo, diciamo “fresco”, io e Moroni, da tanto tempo in azienda, cercheremo anche di provare a risolvere i problemi a galla da diverso tempo.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.