Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caccia, ok dalla Regione Liguria al regolamento per la selezione degli ungulati

"Lo scopo è monitorare e tenere sotto controllo la fauna selvatica"

Genova. Approvato dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale alla Caccia Stefano Mai, il regolamento regionale che disciplina la caccia di selezione degli ungulati. “Nel nuovo regolamento del prelievo di selezione, che armonizza le competenze delle ex Province in materia di gestione faunistica oggi trasferita alle Regioni, è compresa anche la possibilità di selezione del cinghiale che prima d’ora non era stata mai né prevista né regolamentata – spiega l’assessore Mai – Il nuovo regolamento è frutto di un confronto preventivo con tutti i rappresentanti del mondo agricolo, venatorio e ambientalista e si attiene alle disposizioni dell’Ispra”.

Il Regolamento riguarda il prelievo di ungulati (cinghiali, caprioli, daini e camosci) in periodi stabiliti dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale. “Lo scopo è monitorare e tenere sotto controllo la fauna selvatica che, com’è noto, può avere un forte impatto sulle attività agricole, professionali e non, e sul territorio in generale”, ha sottolineato l’assessore Mai. “Dopo i casi registrati con preoccupazione sul territorio nel corso della passata estate, stiamo assistendo nuovamente a episodi di avvistamenti, sempre più frequenti, di cinghiali nelle zone urbanizzate, addirittura nei viali dell’ospedale san Martino di Genova. Con il prelievo di selezione che, ribadisco, viene effettuato secondo metodologie e criteri indicati dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, auspichiamo di porre un freno a questi fenomeni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.