Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al Festival della Salute il promo del corto di Anffas Sanremo “A A A Offresi Futuro”

Trovare quelli che sono i propri punti di forza e mettersi nel contesto che permette di esprimerli. Perché nessun altro potrà essere meglio di se stesso

Sanremo. Sabato 16 aprile alle ore 15, nell’ambito del 1° Festival della Salute che si sta tenendo al Palafiori fino a domenica 17 aprile, Anffas presenterà i suoi progetti cogliendo l’occasione per proiettare il promo di “A A A Offresi Futuro”, il cortometraggio realizzato da Anffas onlus Sanremo sull’integrazione e lavoro per persone con disabilità intellettiva e motoria.

All’interno di tutte le iniziative Anffas in corso relative all’abilitazione (e non riabilitazione) in un’operazione di ricontestualizzazione che creerà i protagonismi, questo breve film – a regia, riprese e montaggio di Riccardo Di Gerlando che targa anche la sceneggiatura insieme a Massimo Ormea e Giulia Pagani, musiche originali di Matteo Consoli – rientra nel lungimirante Cinema Opportunità che le persone disabili le rende, nel vero senso, partecipi in toto. Dalla sceneggiatura fino alle riprese oltreché come attori protagonisti che interpretano se stessi.

Il risultato finale del prodotto è, dunque, solo l’iter conclusivo di un’espressione di se per realizzare qualcosa che sia davvero rappresentativo.

Sono così stravolte le regole cinematografiche, quelle che, tradizionalmente, impongono ad un attore di interpretare un personaggio, qualcun altro diverso da se. “Noi abbiamo deciso di prendere un se e far ruotare intorno tutta la sceneggiatura che lo disegni con le sue migliori qualità” spiega  Massimo Ormea. Trovare quelli che sono i propri punti di forza e mettersi nel contesto che permette di esprimerli. Perché nessun altro potrà essere meglio di se stesso.

Un film dichiarazione di intenti di Anffas sull’argomento del mondo dell’occupazione (intesa come autonomia), per aprirsi ad un “mercato” in cui c’è anche l’interesse delle famiglie che vogliono acquisire conoscenze. Un progetto che suggella ufficialmente un’ ’apertura’ del centro anche attraverso la trasformazione della Cooperativa Lavoriamo Insieme.

La Responsabile dei volontari Anffas e Presidente dell’Ass. Aquilone Marilena Scacchetti e il manager di rete Anffas Massimo Ormea sono raggianti poiché questo è un momento particolare, in cui sta diffondendosi una nuova presa di coscienza sull’argomento handicap, sempre più nella convinzione che “tutti siamo uguali ognuno nella propria diversità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.