Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

33enne tunisino arrestato dai Carabinieri dopo una rocambolesca fuga tra i vicoli della città

Il 33enne tunisino, immobilizzato dai militari dell’Arma, ha tentato a sua volta di liberarsi colpendo i militari con pugni e calci

Più informazioni su

Sanremo. Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio appositamente intensificati con lo scopo di prevenire e reprimere i reati in genere, i Carabinieri della Compagnia di Sanremo, nel pomeriggio di ieri, hanno tratto in arresto N.M., 33enne tunisino resosi responsabile dei reati di violenza, resistenza e lesioni personali a Pubblico Ufficiale.

Il tutto è accaduto nel primo pomeriggio di ieri quando i Carabinieri della Stazione di Sanremo stavano effettuando un normale servizio perlustrativo in via Galileo Galilei. Insospettiti da due individui di origine magrebina che si trovavano su una terrazza, i Carabinieri si sono fermati per procedere al controllo ma, alla vista dei militari, i due tunisini, dopo un salto di alcuni metri, si sono dati a precipitosa fuga lungo i ripidissimi vicoli della città.

Iniziava così un inseguimento appiedato dei Carabinieri. Per ben due volte uno dei due fuggitivi è caduto rovinosamente a terra ma è sempre riuscito a rialzarsi e a riprendere la corsa fino a quando non è stato raggiunto da uno dei due militari dell’Arma che lo ha bloccato a terra. Notato ciò l’altro tunisino è tornato indietro in soccorso del connazionale colpendo con calci e pugni alla schiena il Carabiniere che lo stava immobilizzando.

All’arrivo del secondo militare dell’Arma si è però dato alla fuga, lasciando il “collega” fuggitivo nelle mani dei Carabinieri.

Il 33enne tunisino, immobilizzato dai militari dell’Arma, ha tentato a sua volta di liberarsi colpendo i militari con pugni e calci ma alla fine è stato ammanettato e condotto in Caserma dove è stato dichiarato in stato di arresto e ristretto all’interno delle camere di sicurezza della caserma di Villa Giulia, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo nella mattinata di domani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.