Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alla Libecciata di Imperia una “Cena al buio” con l’Uici e Leo Club

L'obiettivo della serata sarà quello di risvegliare i sensi del gusto, dell'olfatto, dell'udito e del tatto

Imperia. Un’esperienza sensoriale dove il tatto, l’udito, l’olfatto e il gusto sono i veri protagonisti e ci guideranno a riconoscere le cose, a distinguere senza vedere, a godere delle fragranze senza la suggestione dei colori, scambiandosi impressioni fuori dal condizionamento degli sguardi. E’ quanto prevede la “Cena al buio” che si terrà sabato 23 aprile al ristorante la “Libecciata” in via Caboto,32 a Imperia, promossa dall’Unione Italiana Ciechi di Imperia e dal Leo Club sezione di Diano Marina.

“Stare al buio per un tempo più o meno breve non è provare l’esperienza di vita di un non vedente; è semplicemente consentire a noi stessi di fare emergere l’enorme valore della multisensorialità e scoprire il significato profondo del riuscire a giudicare un gusto, un sapore e le persone al di là delle apparenze”, spiega Vittorino Biglia, vicepresidente dell’Uici salito agli onori della cronaca per la sua straordinaria storia d’amore verso Penelope, il cane guida che per una forma di retinopatia è diventata a sua volta cieca e Spritz, un bel labrador di un anno e mezzo, che ora “guida” entrambi, padrone e cane.

Quella di sabato prossimo è un’iniziativa culinaria unica nel suo genere con l’obiettivo di risvegliare i sensi del gusto, dell’olfatto, dell’udito e del tatto. Per qualche ora il mondo del vedere si avvicinerà a quello del non vedere. Sarà una sfida interessante nel distinguere oggetti comuni senza la vista e godere dei sapori e profumi senza lasciarsi influenzare dagli stimoli visivi. Il costo della cena è di 30 euro e una parte dell’incasso della serata verrà devoluto all’Unione Italiana Ciechi.

La prenotazione obbligatoria entro il 19 aprile telefonando a Giulia 3395024133 – Alice 3347353805 o alla dottoressa Ida Acquarone 3406606729. Al momento della prenotazione andranno fatte presenti eventuali allergie o intolleranze alimentari. Inoltre non è ammesso l’uso del cellulare, accendini e qualsiasi altra fonte di luce.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.