Quantcast

“I Vasi d’Erre”, ovvero il riciclo creativo. Da domani nelle scuole

Al via la campagna di educazione ambientale "I Vasi d'Erre", i laboratori di riciclo creativo promossi dall’Assessorato all'Ambiente e Igiene urbana in collaborazione con Tetra Pak

Sanremo. Al via la campagna di educazione ambientale I Vasi d’Erre, i laboratori di riciclo creativo promossi dall’Assessorato all’Ambiente e Igiene urbana in collaborazione con Tetra Pak.

Nei quartieri dove a breve verrà attivato il nuovo sistema di raccolta differenziata “Porta a Porta”,  si è deciso di  rendere ancora più  tangibile l’impegno per l’ambiente attraverso il coinvolgimento delle nuove generazioni.

Nelle scuole primarie e dell’infanzia di Sanremo verranno quindi spiegati i diversi metodi per realizzare vasi d’arte partendo dai contenitori Tetra Pak per alimenti e bevande.

La campagna di educazione prenderà il via domani (mercoledì 30 marzo), alle 9.30, nel Complesso Scolastico Italo Calvino, a partire dalle classi della primaria e dalla scuola dell’infanzia.

Ad illustrare le infinite vie del riciclo creativo, l’arch. Andrea Sarzi Braga dello Studio Artealtra. Presenti anche l’assessore Eugenio Nocita e Giovanna Negro, consigliere comunale.

I laboratori interesseranno poi Bussana e Coldirodi e, durante l’autunno, con l’inizio del nuovo anno scolastico, proseguiranno in tutta la città.

Abbiamo scelto questa tipologia – commenta l’assessore Eugenio Nocita – poiché i vasi d’arte nella Città dei Fiori non potevano mancare. Sono certo che attraverso i laboratori si potrà continuare ad arricchire il percorso virtuoso, dedicato all’ambiente e al riciclo creativo, portato avanti nelle scuole di Sanremo con tanta passione dalle maestre e dagli alunni”.

E aggiunge: “Desidero ringraziare Giovanna Negro che si è prodigata a stilare un programma di incontri per coinvolgere il maggior numero possibile di insegnanti e alunni, ribadendo l’importanza di far conoscere le potenzialità e il grande riscontro ambientale del riciclaggio. Non devono essere sensibilizzati solo gli adulti ma soprattutto i bambini, i cittadini del domani. Gli alunni, infatti, crescendo con una mentalità volta al riciclaggio, non avranno problemi a mantenerla nel futuro. In questo momento di cambiamento di abitudini per la nostra città con l’avvio del nuovo sistema di raccolta differenziata “Porta a Porta” è importante unire le forze per ottenere i risultati migliori ”.