Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Frazione Roncagli, Intitolazione della via “21 Donne della Costituente”

La città nel suo percorso di Paese della Testimonianza, renderà omaggio il 5 marzo, alle ore 15.00, alle Madri della Repubblica Italiana con l’intitolazione di una via. Presente la giornalista e scrittrice Donatella Alfonso

Diano San Pietro. La città di Diano San Pietro, nel suo percorso di Paese della Testimonianza, renderà omaggio il 5 marzo, alle ore 15.00, presso la Frazione Roncagli, alle Madri della Repubblica Italiana con l’intitolazione della via “21 Donne della Costituente”.

Donne che lottarono e che furono attente alle speranze delle italiane, migliaia di donne che presero attivamente parte alle lotte antifasciste e che contribuirono alla Liberazione.
Col loro impegno le Madri della Costituente segnarono l’ingresso delle Donne nel più alto livello delle istituzioni rappresentative.

La via della Frazione Roncagli che prenderà il nome “21 Donne della Costituente” tributerà onore e merito ad Adele Bej, Nadia Gallico Spano, Nilde Jotti, Teresa Mattei, Angiola Minella, Rita Montagnana, Teresa Noce, Elettra Pollastrini, Maria Maddalena Rossi, Laura Bianchini, Elisabetta Conci, Filomena Delli Castelli, Maria De Unterrichter Jervolino, Maria Federici, Angela Gotelli, Angela Guidi Cingolani, Maria Nicotra, Vittoria Titomanlio, Algelina Merlin, Bianca Bianchi e Ottavia Penna Buscemi.

Non poteva nascere un’ Italia veramente democratica senza la partecipazione delle donne, le loro storie furono tutte connotate da una militanza politica e sociale, testimoni di una concezione della politica come contributo per migliorare le condizioni di vita degli esseri umani e della società. Si rivolsero alla politica chiedendo il riconoscimento dei diritti civili e politici delle donne e dei loro figli, con il fondamento principale per uno Stato democratico, in piena garanzia della pace.

Le battaglie politiche delle Costituenti realizzarono l’obiettivo di scrivere nella Carta Costituzionale, i principi intorno ai quali le donne italiane intrapresero il cammino di emancipazione.

Parte fondamentale della cerimonia sarà la presenza della giornalista e scrittrice Donatella Alfonso, che con infaticabile volontà racconta delle “Donne nella Resistenza”, alzando il velo su ciò che compirono, su come combatterono e su come vennero viste e giudicate dalla morale dell’epoca, non relegandole a ruoli minori, ma indicandole per il loro grande apporto umano e partigiano.

Questo Comune, sensibile agli esempi del proprio passato, agli uomini che lottarono per la libertà, alle donne che dimostrarono altrettanto coraggio, testimonia nuovamente con la Memoeria, una parte fondamentale della Storia Italiana troppe volte dimenticata.

Diano San Pietro sarà il primo Comune in Liguria ed il secondo sul territorio nazionale ad aver scelto di intitolare una via alle Madri della Repubblica.

Si sono affiancati con i loro patrocini l’ANPI Sezione del Golfo Dianese del Presidente Zefferino Ardissone, l’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Imperia del Presidente On. Giovanni Rainisio, la Fondazione Nilde Jotti di Roma, la cui Presidente On.Livia Turco ha mandato un caloroso e sentito messaggio di ringraziamento verso questa manifestazione e l’Istituto Alcide Cervi di Reggio Emilia della Presidente Senatrice Albertina Soliani, ha tributato grande rispetto verso la scelta di questa intitolazione.

Un altro segno nella Storia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.