Quantcast

Bordighera, che spasso le favole reinventate dal Teatro della Tosse! fotogallery

"Canta, canta, cantastorie" arriva al Palazzo del Parco e fa sognare il pubblico

Bordighera. Una scenografia semplice ma geniale, con pareti – finestre che si aprono per svelare mondi lontani e raccontare così storie fantastiche. Con “Canta, canta, cantastorie”, in scena questo pomeriggio al Palazzo del Parco, il Teatro della Tosse ha stregato i più piccoli, senza però annoiare il pubblico adulto che, anzi, ha riso di gusto.

Tre le favole raccontate, una più spassosa dell’altra: “Alì Babà”, “La gazza ladra” e “La tarantella di Pulcinella”.
Scritto da Emanuele Luzzati nel 1982, “Canta canta cantastorie” è uno dei titoli di maggior successo del Teatro della Tosse e tra i più replicati della compagnia. Ed è facile capirne il motivo, visto che l’ora trascorsa con i bravissimi attori è praticamente volata.

La regia del noto attore Enrico Campanati ha portato in scena Alessio Aronne, Alessandro Damerini, Pietro Fabbri, Susanna Gozzetti.

Il prossimo appuntamento con il Teatro della Tosse a Bordighera è il 9 aprile con “Non c’è limite alpeggio”, spettacolo di e con Alessandro Bergallo.