Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Taggia si aggiudica un bando Inail di 6 milioni e 800 mila euro, Genduso “campus scolastico e centro polifunzionale alle caserme Revelli” foto video

In ultimo l'amministrazione Genduso non si ferma certo qui: questo pomeriggio giunta al lavoro per partecipare al bando del Coni per i finanziamenti alle strutture sportive

Taggia. Le caserme Revelli in quel di Levà a Taggia, dopo tanti anni, finalmente saranno oggetto di una riqualificazione funzionale dei propri spazi. Questa mattina il sindaco Vincenzo Genduso ha convocato una conferenza stampa dove è stato illustrato un importante progetto di recupero che alle casse del comune di Taggia costa zero Euro. L’amministrazione comunale ha infatti vinto un importante bando dell’Inail per progetti di recupero delle aree ed a riguardo il sindaco ha detto: “stiamo vivendo un’ altra tappa fondamentale per la nostra amministrazione, per quanto riguarda il progetto delle caserme Revelli, dopo anni di lavoro siamo riusciti ad avere la proprietà del trasferimento e i lavori così inizieranno.

Siamo stati inseriti – prosegue il primo cittadino – nell’ambito degli enti, aggiudicandoci un bando Inail, dove investire soldi per quanto riguarda il patrimonio immobiliare pubblico e la novità di oggi è che abbiamo saputo che il comune di Taggia è stato inserito, l’unico della provincia di Imperia.

Con questo denaro 6.800.000,00 euro – evidenzia Genduso – erogato dall’Inail si potrà realizzare un plesso scolastico e un centro polifunzionale aggregativo, un grosso risultato che si apre ad una nuova fase di progettazione; presto verrà siglata la convenzione con Inail che si farà carico dell’intervento e il comune con un canone ridotto potrà poi riscattare la proprietà degli immobili.

Taggia avrà un campus scolastico e plesso un scolastico a norma dove verranno concentrate li tutte le utenze scolastiche ma soprattutto un edificio a norma antisismico.”

L’assessore Cristina Roggeri ha detto, “la scelta fondamentale è di preservare il patrimonio pubblico e fare un polmone civico della zona centrale del comune. Bisogna aver presente di cercare strumenti per concretizzare funzioni importanti, è fondamentale la creazione di edifici nuovi oltre che ottenere prestazioni energetiche, strutturali e innovative.

I nostri bambini – continua l’assessore – potranno avere un edificio per una nuova didattica, una grande opportunità visto che le scuole offriranno anche spazi liberi e verdi.

Il secondo spazio, riguarda spazi per attività ricreative e ludiche, insomma una chiusura del cerchio per lasciare le caserme come spazio pubblico.”

L’assessore Marcello Pedone: ” è una grande occasione colta, una scelta pubblica che dà l’occasione di intervenire su una parte della nostra città, trasformare in un modo fattivo il centro della nostra città. Con la valorizzazione dei beni comunali, ovviamente si aprono nuovi scenari.

Per il vice sindaco Manni: “le caserme Revelli sono sempre state nell’immaginario delle precedenti amministrazioni, per la loro importanza ma nessuno è mai riuscito ad acquisirne la proprietà. E’ un passo storico dove poi si è aperta la strada del bando, un lavoro di concerto della giunta: per la prima volta un’amministrazione ha preso possesso di un bene nevralgico della città, un’azione a costo zero. Abbiamo mosso economia con quello che siamo stati bravi a farci dare, abbiamo preso un finanziamento ed è questo l’aspetto più importante.”

Infine l’assessore Orengo coglie l’occasione per tirare una frecciata ai cosiddetti “gufi”: questo è un risultato importante di chi lavora per il bene pubblico e non sta certo al bar a parlare. Questi sono successi che valgono un mandato, perché crediamo nel lavoro e nelle capacità tecniche della giunta: si è lavorato anche il sabato e la domenica per questo progetto pubblico

Il dirigente del settore lavori pubblico Marco Peluso ha sottolineato: “qui si vede la serietà di un’amministrazione che vede e va oltre il proprio mandato.”

Questo importante progetto prevede non solo il recupero delle caserme Revelli con strutture scolastiche e centro polifunzionale ma anche la futura valorizzazione degli ex edifici scolastici di Arma e Levà. Circa 1000 scolari di elementari e medie usufruiranno in futuro di una nuova sede scolastica rinnovata, antisismica ed a norma a livello energetico.

In ultimo l’amministrazione Genduso non si ferma certo qui: questo pomeriggio giunta al lavoro per partecipare al bando del Coni per i finanziamenti alle strutture sportive.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.