Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Si faceva pagare dai connazionali per falsi documenti di lavoro: espulso bengalese

Su input del questore di Imperia, il Dott. Leopoldo Laricchia, sono stati intensificati i controlli attraverso servizi mirati tesi alla repressione dei fenomeni criminali e all'allontanamento dei clandestini

Imperia. Prosegue l’attività della Questura di Imperia, volta al contrasto dell’immigrazione irregolare.

In tale ottica, su  input del questore di Imperia, il Dott. Leopoldo Laricchia, sono stati intensificati i controlli attraverso servizi mirati tesi alla repressione dei fenomeni criminali e all’allontanamento dei clandestini.

Nella settimana del Festival di Sanremo, sono stati complessivamente eseguiti 15 ordini di allontanamento e 6 accompagnamenti ai centri di identificazione ed espulsione.

Tale attività è prodromica al rimpatrio degli immigrati irregolari.

Così è stato per H.R., nato in Bangladesh nel 1977, da anni clandestino in Italia.
Lo stesso, giunto in Italia nel 2010, era stato subito respinto al porto di Ancona.

Nel 2012, a Milano, aveva falsificato i documenti relativi ad un rapporto di lavoro, poi rivelatosi fittizio. Per gli stessi fatti, era stato denunciato nell’ambito di un’articolata indagine relativa alla presentazione di false dichiarazioni di emersione dal lavoro irregolare chiamata “Operazione Sanatoria 2012”.

Il Bengalese, dietro compenso di denaro, procurava ad altri connazionali irregolari, falsi contratti di lavoro, con la compiacenza di un datore di lavoro italiano.

Nel mese di febbraio 2016, lo stesso è stato intercettato a Ventimiglia dagli uomini del commissariato di P.S. e prontamente segnalato all’ufficio immigrazione della questura, che ha avviato le pratiche relative alla sua espulsione.

Il bengalese è stato dapprima accompagnato al centro d’identificazione ed espulsione di Brindisi e, successivamente, imbarcato sul volo diretto a Dhaka in Bangladesh.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.