Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sfuma la vittoria in casa per l’Argentina: raggiunta dal Vado all’89° fotogallery

Ciaramitaro: "Siamo stati degli ingenui. Non si può prendere un gol così allo scadere, dopo una partita giocata da dominatori"

Arma di Taggia. Ritorna a non fare tre punti in casa l’Argentina dopo la scorsa vittoria contro la Pro Settimo. Anche oggi, come in molte prestazioni passate allo Sclavi, i ragazzi di Mister Ascoli fanno la partita ma non il risultato. Finisce 1-1 contro il Vado allenato dal “quasi ex” Fossati e con in campo l’ex Donaggio. La prima ad andare in vantaggio è la formazione di casa , con capitan Lo Bosco che torna al gol su azione (diagonale dalla destra che Mosetti non trattiene) dopo molti match in cui la malasorte ha funestato le conclusioni dell’avanti rossonero. Quando la partita sembra volgere al termine in favore dell’Argentina però, ecco che la “maledizione dello Sclavi” – unita all’unica ingenuità difensiva dei padroni di casa lungo tutti i 90′ – colpisce ancora,  nei panni di Guarco che sfrutta un ribattuta di Manis su punizione di Giarrizzo. E’ l’89’ e la partita finisce lì, nonostante i 5 minuti di recupero e un rigore netto su Lo bosco non ravvisato da Somone che pur si trovava a pochi passi dall’azione con la visuale libera.

“Al di la degli errori arbitrali siamo stati ingenui noi – spiega l’allenatore , Nicola Ascoli – non si può conceder una punizione come quella allo scadere. La prestazione dei ragazzi è stata comunque positiva . Hanno lottato tutto il match, ma come al solito veniamo puniti sull’unico errore commesso – poi conclude – e come al solito la porta avversaria risulta stregata. Peccato, perché oggi davanti a noi hanno perso o pareggiato tutti e poteva essere una buona occasione per avvicinarsi ai play-off”.

Ance il Ds Salvatore Ciaramitaro punta il dito sull’errore che ha causato il gol, più che sulle decisioni arbitrali: “Siamo stati degli ingenui. Non si può prendere un gol così allo scadere, dopo una partita giocata da dominatori”

ARGENTINA  1 (60′ Lo Bosco) – VADO  1  (89′ Guarco)

ARGENTINA: 1 Manis, 2 Garattoni, 3 Leo, 4 Moroni, 5 Tos, 6 Noto, 7 Leggio (41′ Colantonio), 8 Marin, 9 Lo Bosco (C), 10 Costantini, 11 Roumadi (53′ Roumadi) (12 Rinaldi, 13 Corio, 14 Canu, 15 Ymeri, 16 Celotto, 17 Colantonio, 18 Trimarco, 19 Bettini). Allenatore: Nicola Ascoli.

VADO: 1Mosetti, 2 Caorsi, 3 Guarco, 4 Buono, 5 Garbini, 6 Giarrizzo, 7 Albamonte (69’Parodi), 8 Dimarco, 9 Vassallo (56′ Capello), 10 Donaggio (77′ Di Fabio), 11 Aurelio (12 Lucia, 13 Tona, 14 Raso, 15 Rolando, 16, Capello, 17 Parodi, 18 Cafferata, 19 Di Fabio, 20 Sefansson). Allenatore Fabio Fossati.

Direzione di Gara: Arbitro Somone da Bologna; assistenti Fedele di Forlì e Ferro di Ferrara.

Ammoniti: Garattoni , Bettini e Lo Bosco per l’Argentina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.