Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Semplicemente Gabriele. La storia dell’imperiese autistico in un opuscolo per l’Isah foto

Stralci di un figlio “speciale” in un libretto i cui introiti serviranno per pagare una piccola vacanza ai ragazzi dell’Isah di Imperia

Imperia. Disegni, frasi, emozioni, aneddoti. Un piccolo opuscolo, dal titolo ‘Semplicemente Gabriele’, in cui è racchiuso tutto un mondo, quello di Gabriele Davico, il giovane imperiese affetto da autismo. Otto paginette che ora il papà Dario e la mamma Iolanda Carrabba hanno composto con il materiale che da due anni avevano iniziato a postare su Faceboook, raccontando stralci di un ragazzo-bambino. Un libretto i cui introiti, si è deciso, serviranno per pagare una piccola vacanza ai ragazzi dell’Isah-Centro Centro Polivalente per i ragazzi disabili di Imperia.

Per gioco cominciai a pubblicare sul social ciò che Gabriele faceva o mi diceva allegramente e con la spontaneità di un ragazzino bambino. – spiega IolandaNon ho mai postato cose tristi. Di tristezza ne è pieno il mondo. Vedevo che più postavo e più ai miei contatti piaceva. Non ho mai inventato nulla. Se il Gabri parla io scrivo, altrimenti niente”.

Ben presto furono in moltissimi a consigliare a Iolanda di raccoglierli. E mamma Iolanda così ha fatto. Tutto a mano, senza nessuna tecnologia o computer.

Mentre parla, Iolanda irradia tenerezza raccontando quanto quest’esperienza sia entrata nella loro famiglia, stravolgendone gli equilibri. Quanto sia stato difficile far comprendere a un figlio “speciale”. che loro erano mamma e papà. E di loro lui poteva fidarsi. E che il rapporto simbiotico, allacciato faticosamente tra lui e sua madre, doveva essere trasformato questa volta in una relazione a tre perché papà, dal giorno della pensione, aveva iniziato a stare di più in casa.

Comporre, tassello dopo tassello, quel rapporto che da sempre è invece la natura a costruire.

Ogni giorno, per la famiglia Davico è un giorno tutto da scoprire: “Mi ha insegnato la pazienza – racconta mamma Iolanda, che però ammette quanto ancora debba lavorare su se stessa per tagliare quel cordone ombelicale che amore e protezione tendono invece a tenere ancora annodato. Ne è forse la prova il fatto che Iolanda, ad oggi, non ha ancora avuto il coraggio di leggere quel piccolo volumetto che lei stessa ha realizzato.

Uno stampato in cui Iolanda ha voluto che solo Gabriele fosse protagonista, senza occupare nessun altro spazio se non per una breve introduzione: “Questo lavoro nasce dal desiderio di mostrare e render noti i lati positivi che ho potuto riscontrare in relazione alla patologia di Gabriele” e una piccola dedica finale “Non far caso a me. Io vengo da un altro pianeta, Io ancora vedo orizzonti dove tu disegni confini”

Attualmente sono circa 300 le copie distribuite oltre a quelle in conto vendita. In Imperia le copie sono in visione in alcuni punti vendita.

Per acquistare una copia e contribuire a dar forma al regalo per i ragazzi dell’Isah, basta semplicemente contattare Iolanda Carrabba in messaggio privato su Facebook. È possibile anche la spedizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.