Quantcast

In casa con due pistole nascoste tra i vestiti: albanese condannato a un anno e otto mesi

Oggi l’imputato – assistito dall’avvocato Luca Ritzu – ha patteggiato la pena sopracitata di fronte al giudice Massimiliano Rainieri

Imperia. E’ stato condannato un anno e otto mesi per detenzione illegale di armi. Si tratta di un cittadino albanese 29enne – Ruga Zymer – che, nel novembre scorso, era stato trovato dai carabinieri in possesso di due pistole e svariate munizioni. Le armi si trovavano in casa dell’uomo, a Sanremo. Dopo l’arresto Zymer ha trascorso il periodo prima del processo in carcere a Imperia. Oggi l’albanese – assistito dall’avvocato Luca Ritzu – ha patteggiato la pena sopracitata di fronte al giudice Massimiliano Rainieri. Il Pm era il Marco Zocco. La pena rimanente verrà scontata da Zymer ai domiciliari.

L’ARRESTO DEL 17 NOVEMBRE 2015

Ruga Zymer è stato notato, dai Carabinieri, con fare circospetto in via San Francesco a Sanremo attorno ad alcune auto. I militari, nell’ambito del servizio anticrimine inerente i reati contro il patrimonio e le persone, hanno provveduto a chiedere i documenti al giovane straniero che ha dichiarato di essere albanese ma di non averli dietro.

Così i carabinieri hanno proseguito l’accertamento dell’identità accompagnando a casa lo straniero ma quando si è giunti presso l’abitazione dello straniero, quest’ultimo non è riuscito a nascondere il nervosismo. Il fiuto dei militari dell’Arma ci aveva visto giusto: infatti a seguito della perquisizione presso la sua abitazione sono state rinvenute, nascoste nell’armadio insieme ai vestiti, due pistole (una calibro 22 e una calibro 32) più le munizioni, pronte all’uso.