Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dalla fiction alla realtà: 40 piccoli pazienti del Gaslini in visita alla fattoria didattica di Seborga

"I bambini troveranno ad attenderli, insieme a conigli e galline, anche un asinello", anticipa Flavio Gorni dell'Azienda Agricola Monaci Templari

Seborga. Non era mai successo prima, se non nella fiction “Braccialetti rossi”: fortunata serie televisiva italiana trasmessa su Rai 1 dal gennaio 2014.
Ora, invece, sarà realtà: un pullman di piccoli pazienti oncologici partirà da Genova per raggiungere l’antico principato intorno alle 10,30 di sabato prossimo.

Quaranta bimbi ricoverati nell’ospedale Gaslini avranno così l’opportunità di visitare la fattoria didattica dell’agriturismo Monaci Templari.

Spiega Flavio Gorni, Vice Sindaco di Seborga e contitolare dell’azienda agricola insieme alla moglie Emanuela Rebaudengo: “E’ un’iniziativa bellissima, che vedrà coinvolte diverse associazioni. Tutti insieme abbiamo lavorato per dare a questi bambini la possibilità di uscire dall’ospedale”.
Sarà infatti l’Associazione Porto dei Piccoli Onlus a farsi carico di accompagnare i giovani pazienti da Genova a Seborga, mentre nella fattoria, ad accoglierli, ci saranno anche i clown del “Gruppo Sprofondo Imperia Onlus”, specializzato nell’assistenza in ambiente sanitario.

“I bambini troveranno ad attenderli, insieme a conigli e galline, anche un asinello”, anticipa Gorni, “Non era stato ancora possibile portarlo nella fattoria perché mancava la casetta per accoglierlo. Quando hanno saputo dell’iniziativa, però, i volontari dell’Associazione Fuoriasse di Bordighera hanno subito deciso di darmi una mano”. E così, appena la struttura sarà pronta, arriverà anche l’asinello: un animale dolce e mansueto, adatto per la pet-therapy.

Ma non basta: “I bambini poi, attraverso i loro tablet potranno interagire direttamente con noi per avere notizie sugli animali che conosceranno sabato”, spiega Flavio Gorni, “Oppure potranno chiederci di fare da parte loro una carezza agli animali o cogliere un fiore”.
Questo è stato possibile grazie al progetto realizzato dall’azienda agricola insieme alla scrittrice Raffaella Fenoglio, autrice del libro benefico “Storia degli strani animali della fattoria dei Monaci Templari e del coraggio della piccola Nicole (e di Claude)”, i cui proventi sono stati destinati proprio all’acquisto di tablet da regalare al reparto oncologico del Gaslini.
Sul libro, poi, è stato costruito uno spettacolo a cura dell’Associazione P.E.N.E.L.O.P.E.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.