Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A scuola con l’artista

Pigna. Andrea Iorio è stato invitato dagli insegnanti delle Scuole Medie di Pigna a partecipare, ieri mattina, ad una lezione per presentare le sue opere ai ragazzi.

La lezione si è svolta nell’ambito della “settimana alternativa”, con orari speciali, laboratori, ospiti esterni e classi unite in un’ottica di cooperative learning.

Quest’anno, il tema è incentrato sulla situazione dei migranti che ogni giorno, ormai da anni, tentano il viaggio attraverso il Mediterraneo, spesso pagandone il biglietto con la propria vita.

Ieri mattina si è così svolta la lezione sulla fotografia in quanto mezzo che, oggi più che mai, viene utilizzato per denunciare, criticare e immortalare nella storia le cause e gli effetti di questo epocale esodo.

“Non voleva essere una lezione la mia ma una testimonianza del mio modo di intendere e di amare la fotografia che è uno dei mezzi che uso per creare le mie opere “, questo dice Iorio in merito all’incontro con i ragazzi nel quale ha presentato le sue fotografie citando Rothko, Escher e il fotografo Franco Fontana tra gli spunti che l’hanno ispirato; spunti questi che ritroviamo tra le stranianti linee geometriche e tra le grandi superfici cromatiche delle sue fotografie.

L’artista ventimigliese è stato nei mesi scorsi coprotagonista di un’imponente mostra fotografica nella suggestiva cornice del Castello della Lucertola con il collega bordigotto Elia Barone che ha condiviso con Andrea gli “sguardi particolari” – questo il titolo della doppia personale -, su una realtà che, letta con astrattismo da Iorio, è invece riletta da Elia nelle forme sinuose delle silouhettes umane che tendono a perdere la loro forma per divenire solo essenza.

La mostra al Castello ha riscosso grande successo di pubblico tra cui proprio i giovani studenti delle medie di Pigna che già tra le pareti di pietra di Apricale avevano potuto apprezzare le enormi foto di Elia e Andrea e che grazie ai loro docenti, e sopratutto grazie alla professoressa di Arte, Monica Di Rocco, hanno potuto lavorare sulle foto elaborandole e facendole loro.

Conclude Iorio: “Vorrei ringraziare gli insegnanti della scuola di Pigna per la sensibilità che hanno manifestato verso la mia arte e per avermi dato la possibilità di trasmettere le mie idee e i miei sogni a questi giovani ragazzi, con la speranza di averli stimolati alla creatività e all’amore per l’arte. Un grosso grazie agli studenti che mi hanno fatto divertire e hanno partecipato attivamente e con grande interesse alla mia presentazione”.

Nei prossimi mesi Iorio presenterà una mostra personale nella popolare “Badalucco Art Gallery”, curata dall’Associazione Arte Senza Confini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.