Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A lezione di wedding con Francesca Coppola: damigelle e pagetti o damigelle d’onore?

Accanto ai genitori e ai testimoni degli sposi, sono gli unici altri attori della cerimonia nuziale. Ma chi scegliere fra queste tre importanti figure? Affidiamoci a Francesca e ai suoi consigli

Tornano le lezioni di wedding di Francesca Coppola, l’organizzatrice di matrimoni ed eventi della Riviera dei Fiori e della Costa Azzurra. Oggi parliamo di damigelle, pagetti e damigelle d’onore che, accanto ai genitori e ai testimoni degli sposi, sono gli unici altri attori della cerimonia nuziale. Ma chi scegliere fra queste tre importanti figure? Affidiamoci a Francesca e ai suoi consigli!

Un ruolo che spesso si sottovaluta durante l’organizzazione di un matrimonio è quello riservato alle damigelle e pagetti oppure alle damigelle d’onore.

pa

Le damigelle o i pagetti sono bambini molto vicini alla coppia di futuri sposi, fratellini sorelline, cuginetti oppure figli di amici molto stretti e perchè no, magare anche i propri figli. Il ruolo della damigella è quello di aprire il corteo nunziale cospargendo dei petali di fiori o semplicemente portano una mini riproduzione del bouquet della sposa (in America infatti è detta Flower Girl). Il ruolo del pagetto invece è quello di portare il cuscinetto con le fedi e affiancare la damigella nell’apertura del corteo nunziale ( in America infatti viene chiamato Ring Bearer). Non vi è un numero preciso da rispettare per questi bimbi, generalmente si va da un minimo di 2 ad un massimo di 8; un numero superiore a 12 ,ma sempre pari, è concesso solo nei matrimoni reali.

sposa-damigelle

Per quanto riguarda le damigelle d’onore, influenza che come sempre arriva da oltreoceano, queste sono di solito le amiche più intime della sposa o le sorelle o le cugine. Il loro ruolo è quello di aiutare la sposa non solo il giorno del matrimonio ma anche nei giorni antecedenti. La regola vuole che siano vestite uguali o quanto meno che abbiano lo stesso colore d’abito o lo stesso modello. In Italia spesso la figura della damigella d’onore e quella della testimone è la stessa. Anche in questo caso per il numero non esiste una cifra precisa: la regola è sempre la stessa, non esagerare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.