Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

29 febbraio, il giorno che viene ogni 4 anni

Quella di oggi può sembrare una giornata qualunque, eppure il 29 febbraio ha chiaramente particolarità uniche: la regola dice che arriva ogni 4 anni e la tradizione lo vuole funesto. Scopriamone allora qualcosa in più ripercorrendone insieme miti e realtà

Quella di oggi può sembrare una giornata qualunque, eppure il 29 febbraio ha chiaramente particolarità uniche: la regola dice che arriva ogni 4 anni e la tradizione lo vuole funesto. Scopriamone allora qualcosa in più ripercorrendone insieme miti e realtà.

Nel 46 a.C. Giulio Cesare introdusse un giorno in più ogni 4 anni per colmare le sei ore che “avanzavano” ogni 12 mesi sulla base dei calcoli dell’astronomo Sosigene di Alessandria. Fu poi Papa Gregorio XIII con la bolla papale del 1582 Inter gravissimas, a dare per così dire ordine, eliminando tre anni bisestili ogni 400.

Nessuno si è però mai fidato del 29 febbraio. Già gli stessi Romani erano sospettosi delle annate con 366 giorni nel calendario, tanto da coniare il detto: “Anno bisesto, anno funesto”. Questo perché l’antico popolo di Roma identificava il mese di febbraio, quello quindi del giorno in più, come il Mensis Feralis (= mese dedicato ai morti e ai riti funebri). Le connotazioni negative sono poi rimaste. Nel 1400 infatti il nonno di Girolamo Savonarola disse che i bisesti erano nefasti per greggi e vegetazioni perché portavano epidemie e grande tragedie.

Nel corso della storia inoltre si sono diffusi tanti proverbi davvero poco ben auguranti, e tutti concordi nel consigliare prudenza durante il giorno incriminato.

Oggi gli amanti della statistica ricordano invece con feroce precisione che: erano bisestili il 1908, l’anno del terremoto di Messina; il 1968, anno del sisma che colpì il Belice; il 1976, anno che fece tremare il Friuli; e il 2004, anno dello tsunami nell’Oceano Indiano. I Maya dal canto loro avevano scommesso sulla fine del mondo nel 2012, ovviamente bisestile.

Il 29 febbraio è tuttavia anche il giorno delle tradizioni secolari, come quella irlandese secondo la quale ragazze possono chiedere ai fidanzati di sposarle. E guai a rifiutare, pena un rimborso da pagare comprendente 12 paia di guanti per nascondere l’assenza del sospirato anello fra le dita.

Proprio perché un giorno raro, il 29 febbraio è diventata La Giornata Nazionale delle Malattie Rare, mentre a Bologna da un paio d’anni si festeggia l’Error Day, il giorno sbagliato.

Ma arriviamo alla vera particolarità di questa giornata: chi nasce il 29 febbraio, quando festeggia il compleanno? Il giorno prima o il giorno dopo, a scelta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.